giovedì 08 dicembre | 17:53
pubblicato il 10/mag/2012 21:45

Monti: Determinato a compiere mandato, non tiro a campare

Premier insiste con la sua agenda: Ottimisti su Berlino

Monti: Determinato a compiere mandato, non tiro a campare

Roma, 10 mag. (askanews) - Determinato a "realizzare il mandato", deciso a non lasciarsi impantanare nelle difficoltà e nelle rivendicazioni dei partiti. Convinto che il traguardo è raggiungibile, che "l'Italia ce la farà". Ma che per riuscirci, non c'è altra strada che quella intrapresa dal governo. Mario Monti affida ad un messaggio al capo dello Stato il suo stato d'animo nel momento forse più complicato per il suo esecutivo, con i partiti che - dopo le amministrative - alzano la voce e polemizzano con l'esecutivo. Non che il timore di Monti sia una conclusione anticipata della legislatura, ("Chi si prenderebbe una simile responsabilità?", si chiede un membro del governo), ma piuttosto quel "tirare a campare" evocato qualche mese fa, durante la trasferta in Asia. Di sicuro, quello che il premier non intende fare è 'mollare', cedere alle difficoltà di un compito arduo, anche se proprio al Colle - raccontano fonti parlamentari - Monti avrebbe confidato qualche giorno fa l'amarezza per le critiche, considerate ingiuste, che arrivano da 'fuoco amico'. Voci che con il messaggio di oggi il premier si è premurato di smentire, assicurando appunto la "determinazione nella realizzazione del mandato" affidatogli da Napolitano, figura "istituzionale e rigorosa, ma anche molto vicina ai cittadini e alle loro preoccupazioni". E soprattutto "punto di riferimento sicuro" e "fonte di ispirazione" per il Governo. Che, assicurano i collaboratori del premier, ha tutta l'intenzione di proseguire con la sua agenda, che "non è cambiata" a causa delle elezioni, anzi è ora "più agevole", come spiegato da Monti qualche giorno fa. E allora ai partiti il Professore in pochi giorni ha 'concesso' che il patto di stabilità interno può essere migliorato a favore dei Comuni, programmando un incontro con il presidente dell'Anci. Ha spiegato che, dipendesse da lui, i debiti della P.A. verso le imprese sarebbero saldati anche subito. Ai ministri ha chiesto altrettanta determinazione nel portare a termine i loro obiettivi, a cominciare dalla spending review. E dai partiti, il governo si aspetta che "tengano duro", per usare le parole di un membro dell'esecutivo, e sostengano l'esecutivo fino in fondo. Anche se è evidente la preoccupazione soprattutto per un Pdl ormai in fibrillazione conclamata, e se non sono ancora in programma nuovi incontri con i segretari. Il problema è che la strada è ancora lunga, e non dipende solo dall'Italia. Gli accordi con l'Europa, e quindi il via libera della Germania, sono fondamentali - ha sottolineato pochi giorni fa lo stesso Monti - per evitare che le misure prese dal governo siano inutili se non addirittura "controproducenti". E da Angela Merkel oggi sono arrivate parole non concilianti, contro la crescita finanziata con l'aumento dei debiti. Parole che non hanno sorpreso palazzo Chigi, che resta "ottimista" per una positiva conclusione dei negoziati, e con il premier convinto che continuando a lavorare seriamente in Europa e con le altre cancellerie, primo fra tutti il neo presidente francese Francois Hollande, Berlino prima o poi si convincerà della necessità di fare di più per la crescita.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi: ok nuovo governo ma appoggiato da tutti, non temiamo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni