sabato 10 dicembre | 21:21
pubblicato il 17/gen/2014 12:00

Mons. Pietro Parolin: leader mondiali dal Papa segno di interesse

Bergoglio guarda a Casa europea non solo economica e Sud mondo

Mons. Pietro Parolin: leader mondiali dal Papa segno di interesse

Città del Vaticano, 17 gen. (askanews) - "Il fatto che molti capi di Stato e di Governo vengano qui significa, appunto, che c'è un'attenzione speciale a tutto quello che il Papa dice e a tutto che il Papa fa". Lo ha detto mons. Pietro Parolin, nuovo segretario di Stato di Vaticano, in un'intervista al Centro televisivo vaticano (Ctv). "Il Papa, come padre e pastore della Chiesa universale, ha a cuore tutte le situazioni: in qualsiasi parte del mondo ci siano difficoltà e sofferenze e contrasti, il Papa là è presente con il suo cuore di rappresentante del Signore", afferma Parolin. "Direi che per quanto riguarda l'Europa, mi pare che questa sia un'area che merita attenzione, soprattutto per quello che concerne la costruzione di una Casa europea: mi pare molto importante questo; dove la Chiesa possa dare un suo contributo perché ci sia un'animazione di valori, e questa Casa non sia soltanto una costruzione politica o economica, ma sia una costruzione e una condivisione di valori profondi che stanno nell'anima dell'Europa e che furono un po' i motivi ispiratori dei Padri dell'Europa. Però, certo, oggi l'attenzione si sposta soprattutto nel Sud del mondo, ed allora ecco l'attenzione a quelle realtà del Sud del mondo dove esistono conflitti e dove il primo impegno è proprio quello di aiutare a ritrovare la pace, una pace che sia la base, il fondamento - anche - per uno sviluppo umano integrale". "Io - afferma Parolin - ho incominciato nel novembre scorso, quindi sono più o meno due mesi che mi trovo in questo incarico. Potrei dire che si tratta ancora della fase di avvio, una fase dedicata soprattutto allo studio, alla conoscenza e all'approfondimento dei vari problemi attraverso la documentazione e soprattutto attraverso l'incontro con le persone. Mi rendo conto che si tratta di un servizio molto impegnativo, di un servizio molto esigente e pieno di responsabilità. Ma vorrei sottolineare che si tratta soprattutto di un servizio molto appassionante in questa nuova stagione della Chiesa, inaugurata dal Pontificato di Papa Francesco. E, per quanto riguarda le priorità, come segretario di Stato, primo e diretto collaboratore del Papa, non possono essere altro che le priorità del Papa, quelle priorità sulle quali ha insistito fin dai primi giorni del suo Pontificato e che poi ha raccolto in maniera più organica nella 'Evangelii Gaudium'. Direi che la priorità è la trasformazione missionaria della Chiesa: una Chiesa in uscita, come dice lui, una Chiesa in stato permanente di missione. E questa caratteristica, questo rinnovamento ecclesiale, questa conversione pastorale, deve riguardare tutte le strutture della Chiesa, e deve riguardare anche la Curia Romana e deve riguardare anche la diplomazia ecclesiastica che sono un po' i due ambiti principali in cui si colloca l'attività del segretario di Stato. Poi vorrei dire che spero si possa fare tutto con il cuore: che riusciamo veramente a fare tutto per il Signore e che facendo così, riusciamo a toccare il cuore delle persone". Tra le novità dell'era Francesco sottolineate da Parolin, la veglia per la pace in Siria e "i numerosi incontri che in questi primi mesi del Pontificato ci sono stati con capi di Stato, con capi di governo, con responsabili delle organizzazioni internazionali, desiderosi di incontrare Papa Francesco e di confrontarsi con lui sui grandi problemi, sui grandi temi e sulle grandi sfide del'umanità". Fatto che "significa, appunto, che c'è un'attenzione speciale a tutto quello che il Papa dice e a tutto che il Papa fa".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina