giovedì 19 gennaio | 12:18
pubblicato il 12/dic/2013 12:00

Moneyval: sorprende assenza ispezioni Ior e Apsa, entro gennaio

Le compirà l'Aif, ma gli serve maggior personale qualificato

Moneyval: sorprende assenza ispezioni Ior e Apsa, entro gennaio

Roma, 12 dic. (askanews) - E' "piuttosto sorprendente" che l'authority finanziaria vaticana (Aif) non abbia ancora potuto compiere "inspezioni" allo Ior (Istituto per le opere di religione) e all'Apsa (Amministrazione del patrimonio della sede apostolica), le due cassaforti del Vaticano, ma queste ispezioni avverranno "entro la fine di gennaio 2014". Lo sottolinea Moneyval, il comitato del Consiglio d'Europa per il contrasto al riciclaggio di capitali e al terrorismo finanziario, nelle considerazioni conclusive allegate al rapporto presentato dal Vaticano per adeguarsi agli standard internazionali. Per il comitato di Strasburgo, riunito in questi giorni in assemblea plenaria, "ora che è stata presa" da Papa Francesco "la decisione che l'Aif divenga supervisore prudenziale e supervisore" relativamente all'anti-riciclaggio e al al contrasto del terrorismo finanziario, "l'Aif ha bisogno di recrutare in modo appropriato e velocemente personale qualificato per assumere queste responsabilità. E' piuttosto sorprendente che non ci sono ancora state formali inspezioni sul contrasto al riciclaggio e al terrorismo finanziario, sebbene viene notato che i processi di bonifica intrapreso dallo Ior, e in certa misura dall'Apsa, sono stati perseguiti in stratta connessione con l'Aif come supervisore. E' importante che le prossime ispezioni allo Ior e all'Apsa procedano come ora programmato" e "queste ispezioni devono includere test a campione di conti di clienti per testarne il rischio". Il "credibile regime" di poteri di supervisione e sanzione attribuito dalle nuove norme all'Aif, scrive Moneyval, va dunque ora "testato in pratica". Un comunicato di Strasburgo precisa che le ispezioni a Ior e Apsa "è previsto entro fine gennaio 2014". Nel rapporto presentato a Moneyval dal Vaticano, peraltro, si precisa che la commissione referente sullo Ior creata da Papa Bergoglio sta "conducendo una revisione dei conti all'Apsa" insieme all'Aif. "Come risultato della revisione alcuni conti sono stati chiesu e spostati allo Ior. L'obiettivo è che l'Apsa non abbia pià conti non-istituzionali". Quanto ai conti Ior, "un audit approfondito dei conti dei clienti e una bonifica, compresa l'analisi delle transazioni, è stato lanciato, sotto la supervisione dell'Aif, nel 2013. Questo processo è ancora in corso. Inoltre, lo Ior ha ridefinito le categorie dei clienti titolati ad usufruire dei servizi dello Ior che sono state pubblicate a luglio del 2013 sul sito dello Ior".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Brexit
Brexit,Gentiloni:May fa chiarezza, Ue pronta a discutere con Gb
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio, Vega si prepara al primo lancio dell'anno con Sentinel-2B
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina