lunedì 05 dicembre | 20:22
pubblicato il 25/nov/2013 13:21

M.O.: Mogherini, stabilita' obiettivo comunita' internazionale

(ASCA) - Roma, 25 nov - ''Cio' di cui abbiamo bisogno nella regione del Mediterraneo e del Medio Oriente, piu' che in ogni altra, e' di una profonda e reale comprensione della complessita' delle differenti tendenze che si sviluppano al suo interno e nelle sue diverse aree: non c'e' un solo Mediterraneo o un solo Medio Oriente, ne' nel tempo, ne' nello spazio. Esistono diversi conflitti, diverse tensioni e diverse dinamiche - alcune aperte, altre sotterranee ma non meno importanti - edognuna di loro ha evoluzioni non lineari ma spesso rapide nel tempo. Lo stesso accordo preliminare siglato proprio ieri con l'Iran era impensabile solo qualche mese fa. Questo ci dice che in questa regione, piu' che in ogni altra al mondo, non e' tanto la dimensione militare dell'impegno della comunita' internazionale ad essere cruciale, ma piuttosto una reale comprensione delle dinamiche politiche che animano i tanti conflitti della regione''. E' quanto ha dichiarato Federica Mogherini, deputata Pd e presidente della Delegazione italiana all'Assemblea parlamentare della NATO, in apertura dei lavori del Seminario sul Mediterraneo e Medio Oriente della stessa Assemblea parlamentare NATO, in corso oggi e domani alla Camera dei deputati, a Roma.

''E' con questo spirito che questa mattina abbiamo aperto i lavori dell'incontro dell'Assemblea parlamentare della NATO su Mediterraneo e Medio Oriente, per un appuntamento che ha condotto a Roma oltre cento parlamentari dei Paesi Nato e della sponda sud del Mediterraneo, offrendo un'opportunita' di confronto di alto livello sui principali dossier aperti nella regione: dalla Siria alla Libia, dall'Egitto all'Iran, all'emergenza delle crisi umanitarie che hanno il loro approdo, spesso tragico, nel Mar Mediterraneo - aggiunge Mogherini -. Nell'ospitare questo importante appuntamento parlamentare, l'Italia conferma la centralita' del proprio ruolo e di tutte le sue istituzioni nel facilitare una rinnovata attenzione ed una piu' efficace azione di tutta comunita' internazionale, ed in particolare dell'Alleanza Atlantica, nel prevenire, gestire e porre fine ai tanti e differenti conflitti che attraversano la nostra regione, convinti del fatto che la stabilita' e la sicurezza del Mediterraneo e del Medio Oriente sia un obiettivo strategico di tutta la comunita' internazionale''. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari