lunedì 16 gennaio | 16:13
pubblicato il 05/ago/2014 18:48

M.O.: Boldrini incontra Ong che operano in Palestina

(ASCA) - Roma, 5 ago 2014 - La Presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, ha ricevuto stamane una delegazione di rappresentanti delle organizzazioni non governative che, con il sostegno della cooperazione allo sviluppo italiana, operano nei Territori palestinesi. L'incontro, molto partecipato - spiega una nota - aveva lo scopo di acquisire informazioni sulla situazione sul terreno, nonche' di favorire uno scambio sulle prospettive nei Territori - e, in particolare, nella Striscia di Gaza - nel breve, medio e lungo periodo. Tra i partecipanti, anche il Comitato italiano per l'UNRWA, l'Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi, che ha presentato alcuni dati sull'emergenza umanitaria in corso a Gaza. ''In un territorio dove la densita' della popolazione raggiunge le 4.500 persone per chilometro quadrato, dove gia' prima dell'attuale crisi centinaia di migliaia di persone dipendevano dalle organizzazioni internazionali per avere accesso a sanita', istruzione ed alimenti, e dove un abitante su due ha meno di diciassette anni, appare evidente come qualsiasi conflitto non possa che avere un impatto devastante'', ha dichiarato la Presidente Boldrini. ''Il numero di vittime civili, tra i quali centinaia di bambini, e' assolutamente inaccettabile, come lo sono anche gli attacchi alla neutralita' ed all'inviolabilita' delle strutture delle Nazioni Unite: i bombardamenti dei rifugi umanitari che ospitano civili, come anche il ritrovamento di armamenti in alcune scuole inutilizzate dell'UNRWA''. ''L'operato delle organizzazioni non governative era gia' fondamentale prima dell'attuale conflitto, come ho potuto constatare nel corso della mia visita ufficiale a Gaza ed in Cisgiordania nel gennaio scorso'', ha detto la Presidente.

''Ora, in un territorio segnato dalla distruzione e lacerato dal trauma, sara' ancora piu' difficile lavorare per la ricostruzione, fisica e psicologica.'' ''Comprendo dunque la vostra frustrazione nel vedere il lavoro fatto e le speranze accese tra la popolazione distrutte dall'insorgere ciclico della violenza e mi unisco ai vostri appelli affinche' si vada oltre il cessate il fuoco per giungere ad una soluzione giusta, duratura e sostenibile al conflitto israelo-palestinese, che preveda garanzie di sicurezza per Israele, ma anche la fine del blocco nella Striscia di Gaza e della costruzione di nuovi insediamenti in Cisgiordania''. ''La mia speranza'', ha concluso Laura Boldrini, ''e' che la tragedia in atto in queste settimane possa almeno servire a spronare la comunita' internazionale - e, in primis, l'Europa a guida italiana - ad agire con forza per spezzare in maniera definitiva la spirale di violenza tra israeliani e palestinesi''. com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow