martedì 28 febbraio | 18:25
pubblicato il 02/lug/2011 13:15

Missioni/ Versace: Sud Italia vero fronte, mandare lì l'esercito

Alle missioni partecipare politicamente con gli istruttori

Missioni/ Versace: Sud Italia vero fronte, mandare lì l'esercito

Roma, 2 lug. (askanews) - "Duecentomila militari sono troppi, ne basterebbero la metà. Non dobbiamo licenziare nessuno ma ricollocare gli uomini. L'Esercito così com'è non serve, alle missioni internazionali dovremmo partecipare politicamente, mandare istruttori, ma noi Kabul ce l'abbiamo a Reggio Calabria, Beirut a Napoli, Baghdad a Palermo. L'Esercito va portato massicciamente al Sud, ricollocato definitivamente perché il vero fronte è quello". Lo ha detto a KlausCondicio, il talk show di Klaus Davi in onda su YouTube, l'imprenditore e deputato del Pdl Santo Versace. "Cinquantamila soldati al Sud - ha aggiunto - creano 200 mila posti di lavoro, creano ricchezza. Il militari lavorerebbero al fianco delle forze dell'ordine e sarebbero il perno della Protezione Civile".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vitalizi
M5s: Boldrini calendarizza nostra proposta su pensioni deputati
L.elettorale
Finocchiaro:indispensabile nuova legge elettorale maggioritaria
Mdp
Nasce gruppo Mdp Camera con 37 deputati, Laforgia presidente
Pd
Battezzati i gruppi Mdp, scissione Pd formalizzata in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech