giovedì 08 dicembre | 18:08
pubblicato il 14/gen/2014 19:26

Minori: monito Garanti a mass media, vanno rispettati sempre e comunque

(ASCA) - Roma, 14 gen 2014 - ''I principi e le linee guida di comportamento sono gia' sanciti. Si tratta di rispettarli, sempre e comunque, senza cedere al miraggio dell'audience o delle vendite''. Questo il richiamo per i mass media uscito dalla Conferenza dei Garanti dell'infanzia e dell'adolescenza, nella quale si sono dibattuti i temi piu' caldi del mondo degli under 18, presente Vincenzo Spadafora, Garante nazionale ed i 12 Garanti dell'infanzia delle Regioni e delle Province Autonome.

''Continuiamo a registrare da parte di molte testate web, trasmissioni televisive e giornali, una pericolosa disinvoltura, sconfinante nella scorrettezza, nel trattare la materia delicata dei minorenni - hanno sottolineato i Garanti - . Ricordiamo quanto avvenuto al bambino di Cittadella, o alle ragazze dei Parioli a Roma, ma anche negli ultimi giorni con il recente caso di Rapallo si sono associate le immagini di fatti di cronaca precedenti con una leggerezza e superficialita' che non ci si puo' permettere quando si ha a che fare con bambini e adolescenti''.

''Per questo la Conferenza nazionale di garanzia dell'infanzia e dell'adolescenza vuole richiamare coloro che operano nel mondo della comunicazione al pieno rispetto dei principi sanciti dalla Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia, ribadita da diversi codici deontologici che il mondo dell'informazione si e' dato, come la Carta di Treviso e il Codice di autoregolamentazione tv e minori.

Basta dunque con l'esibizione di dettagli, con la violazione di qualsiasi forma di privacy, con la ricerca del sensazionalismo a tutti i costi. Basta con la pubblicazione di nomi e foto dei minorenni, basta con la corsa allo scoop, spesso inesistente''.

Il Garante per l'infanzia e l'adolescenza, in accordo con i Garanti regionali e delle Province Autonome, auspica dunque ''un rinnovato e concreto impegno da parte degli organismi di categoria, dei direttori di testata e dei singoli giornalisti''. E chiede che i casi di ''figli contesi'' ''diventino notizia solo se argomento di riflessione politica e di responsabilita' etica collettiva per la piu' volte auspicata riforma della giustizia minorile''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi: ok nuovo governo ma appoggiato da tutti, non temiamo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni