lunedì 16 gennaio | 20:46
pubblicato il 05/nov/2015 14:36

Minoranza Pd: no a legge di stabilità del Partito della nazione

Cuperlo e Speranza: nostro spirito è dare una mano ma Parlamento non è passacarte

Minoranza Pd: no a legge di stabilità del Partito della nazione

Roma, 5 nov. (askanews) - La legge di stabilità va corretta perché non può essere quella del "Partito della nazione". La minoranza Pd presenta i propri emendamenti alla manovra e lo fa nella sede del partito, per ribadire che si tratta di una battaglia che non prelude a scissioni: "Provo grande amarezza per le uscite - ha detto Roberto Speranza - la scelta giusta penso sia restare nel Pd. Noi ci batteremo con tutte le nostre energie perché questo resti un grande soggetto del centrosinistra".

La minoranza ha presentato un pacchetto di proposte che toccano il taglio dell'Imu (da riservare solo alle fasce meno abbienti secondo la sinistra Pd), la sanità, gli investimenti pubblici, l'innalzamento della soglia del contante.

In particolare, ha aggiunto Speranza, "quando un partito fa una proposta di legge di Stabilità affronta un momento decisivo della propria esistenza, dici chi sei, con quali occhi guardi al mondo, qual è il tuo profilo. il dibattito è: che legge di Stabilità abbiamo di fronte? E' la legge di Stabilità del Partito della nazione o del Pd?". L'ex capogruppo ha precisato: "Il Parlamento non è un passacarte e nessuna legge di Stabilità è mai uscita così com'è entrata. Su alcune scelte si va nella direzione giusta, alcune di queste misure non ci convincono, avvertiamo il profumo di un orizzonte politico che non ci convince, quello del Partito della nazione".

Gianni Cuperlo ha voluto precisare: "Noi non facciamo il tifo contro il nostro Paese e contro il nostro governo", la minoranza riconosce i segnali positivi in economia che rivendica Matteo Renzi, "le nostre proposte vanno nel senso e nella direzione di dare una mano, in uno spirito di serenità e allegria. Ma ci sono delle cose che non ci convingono, dalla scelta sulla Tasi o la scelta di elevare la soglia del contante da mille a tremila euro".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello