venerdì 02 dicembre | 23:56
pubblicato il 11/ott/2016 21:49

Minoranza Pd allontana scissione ma pronti a campagna per no

Bersani: "Mi devono cacciare con l'esercito, battaglia al congresso"

Minoranza Pd allontana scissione ma pronti a campagna per no

Roma, 11 ott. (askanews) - Da Pierluigi Bersani a Roberto Speranza, la parola d'ordine della minoranza Pd è allontanare l'ipotesi scissione. E tuttavia resta lo scetticismo sulla possibilità che si riesca davvero a cambiare l'Italicum, tanto che i luogotenenti spiegano: "Da settimane ci invitano a partecipare a iniziative per il No al referendum, senza un'iniziativa del governo siamo pronti a cominciare ad accogliere quegli inviti". Perchè, spiega Bersani, anche votando No al referendum c'è piena legittimità a restare nel Pd: "Non è che dopo il referendum sulla Repubblica i Dc che votarono monarchia sono andati via...".

E allora la battaglia si sposta già verso il congresso, una "nobile battaglia politica tra chi vuole semplificare all'eccesso con un'idea che rischia di tagliare le radici e chi pensa a un Pd che vuole una sinistra larga, un Pd che si offre al Paese come forza di governo ma non può fare tutto da solo", spiega Bersani. E al congresso il punto dirimente sarà la separazione tra premier e segretario: "E' chiaro che non può restare la situazione di adesso".

Nel frattempo, e prima del referendum, l'altro tema sarà la manovra economica: "Se ci sarà una riunione, una discussione, siamo pronti a dire la nostra", spiega ancora Bersani. Perchè "qui tutti chiedono flessibilità e deficit, ma se si parla tanto di futuro, il primo punto è non lasciare i debiti ai propri figli, perché non è che lo pagheranno i tedeschi... Allora ci si indebita solo per fare investimenti, non per dare bonus. I bonus si danno facendo una redistribuzione: qualcuno paga di più, qualcuno paga di meno, e diamo tutti i bonus che vogliamo".

Ma intanto la principale preoccupazione è sgombrare il campo dall'ipotesi scissione, che dal Nazareno già viene utilizzata contro la minoranza: "Dopo l'apertura del segretario che ha indicato un percorso per modificare la legge elettorale, leggere di ipotetiche scissioni non è una risposta particolarmente positiva", osserva Guerini in Transatlantico. Le risposte arrivano dai big della minoranza: "Qualunque sia l'esito del referendum, lavorerò con tutte le mie energie per tenere unito il Pd. Per me la scissione non esiste", assicura Speranza. Mentre Bersani ironizza: "Nessuno mi butterà fuori dal mio partito, cioè da casa mia. Ci può riuscire solo la Pinotti schierando l'esercito...".

Insomma, lo scenario da separati in casa ormai è metabolizzato. Speranza prova a tenere viva la possibilità di un'intesa, assicura che "se si cambia la legge elettorale siamo pronti a dare una mano". Ma è una possibilità, "un miracolo", cui non crede nessuno. A partire da Bersani: "Al comitato sulla legge elettorale ci saremo, per rispetto a Guerini. Ma un comitato non si nega a nessuno. Serviva un'iniziativa del governo". Nè è ipotizzabile che l'Italicum possa cambiare in caso di vittoria del Sì: "Verrebbe letto come un sì anche all'Italicum", ragiona l'ex segretario. E allora i luogotenenti della minoranza a microfoni spenti spiegano: "Da settimane ci invitano ad intervenire a decine di manifestazioni per il No. Tra poco inizieremo ad accogliere quegli inviti". Sapendo, come spiega Bersani, che "alla mezzanotte del 4 dicembre tutti inizieranno a parlare delle elezioni politiche". E quel pezzo di elettorato Pd orientato per il No servirà: "Non è detto che se vince il Sì il Pd vince le elezioni. Ricordiamoci che c'è una destra che adesso non è organizzata, ma che nel Paese è forte".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari