domenica 26 febbraio | 05:20
pubblicato il 08/mag/2014 12:00

Ministro tedesco Steinmeier irritato da affermazioni Berlusconi

Senza nominarlo, lo accusa di non aver fatto nulla per l'Italia

Ministro tedesco Steinmeier irritato da affermazioni Berlusconi

Roma, 8 mag. (askanews) - Nuove polemiche fra la Germania e Silvio Berlusconi dopo le dichiarazioni fatte oggi dal ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier a Roma, dove ha partecipato al forum economico italo-tedesco. Il capo della diplomazia tedesca ha reagito alle recenti esternazioni sulla Germania del leader di Forza Italia, difendendo nel contempo l'euro e l'Unione europea. "Non sono intimidito. Sono più irritato se le critiche arrivano da persone che, quando occupavano posizioni di responsabilità, non hanno fatto niente per migliorare le condizioni economiche del loro Paese", ha risposto Steinmeier a chi gli chiedeva se avesse paura degli attacchi "populisti" contro la Germania durante la campagna elettorale per le europee, come quelli del partito di Berlusconi e di Beppe Grillo. A fronte dell'insistenza dei giornalisti per sapere se si riferisse al leader di Fi, Steinmeier ha risposto: "Può essere". "Ma sono soddisfatto - ha aggiunto il capo della diplomazia tedesca - che il presidente consiglio (attuale, ndr) abbia detto chiaramente e di frequente che l'Italia non deve dare la colpa dei propri problemi all'Europa". "Dobiamo fare presente alla gente, tanto in Italia che in Germania, che l'Europa è invece la causa del benessere dei nostri paesi". Nel condividere con queste parole del collega tedesco, il ministro degli Esteri Federica Mogherini ha detto che Il "Forum di oggi è la dimostrazione migliore che fra l'Italia e la Germania c'è e ci può essere una collaborazione fortissima. Abbiamo interessi comuni e abbiamo un'agenda comune, sono paesi grandi e forti che possono fare moltissimo insieme". Il capo della diplomazia tedesca ha quindi nuovamente negato che la Ue, la cui politica economica è stata molto influenzata da Berlino, sia responsabile della crisi economica che ha colpito i Paesi dell'Europa meridionale. "La colpa non è dell'Europa o dell'euro", ha detto Steinmeier imputando la crisi ai governi che "hanno sottovalutato la sfida rappresentata dal rimanere in una moneta unica e hanno ritardato le necessarie riforme strutturali".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech