mercoledì 07 dicembre | 15:38
pubblicato il 26/lug/2011 21:04

Ministeri/ Napolitano boccia decentramento, Pdl romano esulta

Tace la Lega: Niente polemiche con il Capo dello Stato

Ministeri/ Napolitano boccia decentramento, Pdl romano esulta

Roma, 26 lug. (askanews) - La Lega non fa in tempo a chiudere i festeggiamenti per l'inaugurazione, sabato scorso, delle sedi 'padane' dei ministeri, che arriva la doccia gelata dal Capo dello Stato: Giorgio Napolitano fa sapere di aver inviato una lettera al presidente del Consiglio in cui si esprimono "rilievi e motivi di preoccupazione sul tema, oggetto di ampio dibattito, del decentramento delle sedi dei ministeri sul territorio". Una nota stringatissima, foriera però di ulteriori problemi all'interno della maggioranza. I big del Pdl tacciono, così come quelli della Lega, che fanno sapere di non voler aprire polemiche con il Capo dello Stato, pur riconfermando - spiegano fonti leghiste - la convinzione nella fondatezza dell'iniziativa. Ma a prendere la parola ci pensano gli esponenti romani del Popolo della Libertà: esulta il sindaco della Capitale Gianni Alemanno, esulta la governatrice del Lazio Renata Polverini, che trovano in Napolitano una sponda alle rimostranze che da tempo avanzavano contro l'iniziativa leghista. Alemanno si augura che "il presidente Berlusconi tragga da questa lettera del Capo dello Stato la spinta politica per confermare in maniera chiara e definitiva il pieno sostegno del Governo di centrodestra a Roma Capitale" e "chiudere definitivamente" la questione. Polverini si augura invece che "anche la Lega ne prenda finalmente atto". Ancora più duri i commenti delle opposizioni. Per Anna Finocchiaro, capogruppo Pd in Senato, il Capo dello Stato ferma "la tragicomica buffonata" del decentramento dei ministeri, mentre per l'Idv l'intervento del Colle fa giustizia di un'iniziativa "in aperta violazione della legalità costituzionale". Amaro il commento del finiano Italo Bocchino:" E' assurdo che debba essere il Capo dello Stato a dover ricordare e spiegare al Presidente del Consiglio, Berlusconi, i principi istituzionali fondamentali dello Stato italiano".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Governo
Renzi: governo istituzionale ma largo, sennò non temo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere, Puglia in rosè al Wine2Wine
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni