domenica 26 febbraio | 05:08
pubblicato il 30/dic/2013 16:48

Milleproroghe: Napolitano firma il provvedimento diviso in due decreti

(ASCA) - Roma, 30 dic - Il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, ha firmato i due decreti che dividono in due provvedimenti distinti il dl milleproroghe varato la scorsa settimana dal Consiglio dei ministri. Lo si apprende dal sito del Quirinale, dove si legge che il Presidente ha emanato un decreto che prevede la ''proroga di termini previsti da disposizioni legislative'' e un altro con ''disposizioni di carattere finanziario indifferibili finalizzate a garantire la funzionalita' di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti ed opere pubbliche nonche' a consentire interventi in favore di popolazioni colpite da calamita' naturali''.

La divisione e' dovuta al rischio di incosttiuzionalita' che correva il testo di palazzo Chigi, il quale, dopo il ritiro da parte del governo del decreto Salva-Roma, conteneva, oltre alle proroghe, anche misure di diversa pertinenza che recuperavano il dl andato perso. sgr/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech