lunedì 23 gennaio | 01:57
pubblicato il 09/giu/2011 05:11

Milano/ Penultima tappa per scegliere il nuovo arcivescovo

Si riunisce congregazione vescovi, nomina forse a fine mese

Milano/ Penultima tappa per scegliere il nuovo arcivescovo

Città del Vaticano, 9 giu. (askanews) - Si riunisce oggi in Vaticano la plenaria della congregazione dei Vescovi guidata dal cardinale canadese Marc Ouellet. La seduta, che si svolge a porte chiuse e nella massima discrezione, dovrebbe avere tra i punti all'ordine del giorno la nomina del prossimo arcivescovo di Milano. Sarà ad ogni modo il Papa a decidere in modo sovrano e nei tempi che ritiene opportuni il successore al cardinale Dionigi Tettamanzi sulla cattedra di Ambrogio. Lo scorso 14 marzo, infatti, è scaduta la proroga di due anni che Benedetto XVI aveva concesso a Tettamanzi al compimento dei 75 anni, l'età classica per il pensionamento di un vescovo. A quel punto sono iniziate le procedure per la sua successione, che si sono prolungate nel tempo. Il toto-nomine che è impazzato nel corso delle settimane in Vaticano e al di fuori delle Mura Leonine si sarebbe assestato, alla fine, sulla terna composta dal cardinale Angelo Scola, 69 anni, Patriarca di Venezia, da mons. Francesco Lambiasi, 63 anni, vescovo di Rimini, e da mons. Aldo Giordano, 56 anni, osservatore della Santa Sede presso il Consiglio d'Europa. Questi ultimi due, peraltro, sarebbero stati presenti anche nella quaterna che il nunzio aveva individuato per la scelta dell'arcivescovo di Torino, per il quale, alla fine, il Papa ha scelto il 'ruiniano' Cesare Nosiglia. In 'pole position' fin dall'inizio, la candidatura di Scola, teologo vicino a Comunione e liberazione, rimane quella più accreditata, a dispetto dell'età e della singolarità di un passaggio a Milano dall'autorevole sede lagunare. La nomina papale potrebbe arrivare a fine giugno. Tettamanzi, di certo, non lascerà Milano prima del prossimo 26 giugno, quando beatificherà in piazza del Duomo suor Enrichetta Alfieri, don Serafino Morazzone e padre Clemente Vismara. L'insediamento del nuovo arcivescovo, ad ogni modo, potrebbe anche slittare alla data dell'otto settembre, solennità della beata Vergine Maria e avvio del nuovo anno pastorale.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4