venerdì 24 febbraio | 11:39
pubblicato il 19/set/2011 15:27

Milano, Berlusconi torna in aula: ad attenderlo solo giornalisti

Premier in tribunale per il processo Mills

Milano, Berlusconi torna in aula: ad attenderlo solo giornalisti

Un ritorno in tribunale sottotono per Silvio Berlusconi: più giornalisti che sostenitori o contestatori ad attenderlo. Al Palazzo di Giustizia a Milano il premier presenzia a un'udienza del processo Mills, la prima dopo la pausa estiva, che lo vede imputato per corruzione in atti giudiziari. Arriva su un'auto con i vetri oscurati, entra nel cortile senza fermarsi. In via Freguglia, ingresso laterale, lo aspetta solo una manciata tra sostenitori e contestatori, scenario inedito rispetto alle passate udienze con il premier.Fuori dall'aula, mentre è in corso l'udienza, si accende la discussione tra chi lo sostiene e chi no.Berlusconi lascia il tribunale dopo circa due ore dall'arrivo, quando l'udienza viene sospesa: nessuna dichiarazione, solo un saluto con la mano dall'auto per i giornalisti assiepati dietro le transenne.

Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Pd
Orlando in campo a primarie Pd: mi candido, serve responsabilità
Pd
Nel Pd braccio di ferro su data primarie, Orlando in campo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech