martedì 06 dicembre | 04:19
pubblicato il 30/lug/2011 15:03

Milanese/Miccichè contro Tremonti: offende intelligenza italiani

Non si ruba perchè è illegale e non perchè non se ne ha bisogno

Milanese/Miccichè contro Tremonti: offende intelligenza italiani

Roma, 30 lug. (askanews) - "Un uomo pubblico non può dire: 'Io non rubo perchè non ne ho bisogno'. Il messaggio che ne viene fuori e' devastante, e' contrario non solo a ogni logica, ma anche a tutte le regole dell'etica e del senso civico". Lo ha scritto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio e leader di 'Forza del Sud', Gianfranco Miccichè, sul proprio blog 'Sud'. "Tremonti non solo offende l'intelligenza degli italiani, ai quali dovrebbe, invece, spiegare i motivi veri della sua assunta estraneita', ma lascia anche trasparire l'idea, distorta e molto contorta, che a rubare possano essere solo quelli che non guadagnano 10 milioni l'anno: suona piu' come una specie di 'giustificazione di classe', come un'aprioristica assoluzione etica per i ricchi e di condanna per chi ricco non lo è". Poichè "non si ruba perchè rubare e contro la legge e non perchè non se ne abbia bisogno...", ha sottolineaato Miccicchè. "Rispetto a una vicenda così delicata, quello di Tremonti - ha affermato ancora - e' un comportamento inadeguato. Non solo, ma il tutto riveste connotati ancor più gravi trattandosi non di un ministro qualsiasi, bensì di quello che negli ultimi due anni ha varato misure molto severe su evasione ed elusione fiscale: ragione di più perchè non ci siano ombre sui suoi comportamenti fiscali privati, lui che obbliga tutti gli altri a una condotta rigorosa- Ombre che non vengono certo fugate dalle spiegazioni, superficiali, incomprensibili e forse anche un po' supponenti. Tremonti ha fatto una stupidata, forse e' vero. Ma aggiungere altre stupidate mi sembra uno stolto perseverare". Ed allora "se ne è in grado, chiarisca bene -cioè senza enunciazioni assurde e strani postulati di principio- tutti i contorni di questa vicenda, altrimenti quelle ombre non si dissiperanno e magari qualcuno un giorno potra' dire: 'Quando incontri un ministro ricco del Nord non sai bene se è un ministro o un delinquente...'".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari