domenica 11 dicembre | 06:57
pubblicato il 08/giu/2015 19:02

Migranti, sindaco Agrigento: lasciati soli a gestire fenomeno

La città rischia dissesto finanziario

Migranti, sindaco Agrigento: lasciati soli a gestire fenomeno

Palermo (askanews) - Chi dovrebbe fare polemica, è lasciato solo a gestire il complesso fenomeno dell'immigrazione. A dirlo è il neo eletto sindaco di Agrigento, Calogero Firetto che denuncia una situazione sempre più pesante per le casse della città. "Agrigento rischia il dissesto finanziario, e lo rischia perché continua a pagare per minori non accompagnati, che vengono attraverso i flussi migratori, rette che sono ormai all'insopportabilità". "Quindi questo estremo lembo d'Italia e d'Europa continua a pagare un prezzo salatissimo. Rischiamo il dissesto per una sorta d'ignavia generale. Da altra parte si fanno polemiche, e noi invece lanciamo un grande grido di soccorso. Perché l'estrema ratio di tutto questo sarà dire, il Comune non pagherà più, creando davvero un caso su cui poi governo nazionale e quello regionale dovranno venire a confrontarsi".

Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina