lunedì 16 gennaio | 18:18
pubblicato il 28/feb/2011 13:01

Mediaset/ Processo all'11 aprile, difesa polemica sui testimoni

Berlusconi contumace, no impedimenti, tempi lunghi per rogatorie

Mediaset/ Processo all'11 aprile, difesa polemica sui testimoni

Milano, 28 feb. (askanews) - Silvio Berlusconi in aula al processo sui fondi neri dei diritti tv Mediaset non c'era, come ampiamente previsto. Il premier era in via Torino, a poche centinaia di metri dal palazzo di giustizia per impegni a metà strada tra quelli di partito e istituzionali, ma i suoi legali non hanno invocato alcun legittimo impedimento. C'era solo da predisporre il calendario delle prossime udienze e si è capito subito che la conclusione del processo non è vicina, causa rogatorie estere da riattivare che comporteranno tempi lunghi. Berlusconi in questo processo è contumace da sempre al pari di altri imputati, non è mai stato presente, non si è sottoposto all'interrogatorio. Improbabile quindi che si facesse vivo per un'udienza di routine. Il collegio della prima sezione penale del Tribunale di Milano per bocca del presidente Edoardo D'Avossa ha fatto sapere che si ritirava in camera di consiglio "per 5 minuti", e ci è restato un'ora abbondante. I giudici sono usciti con la decisione di rinviare all'11 aprile e hanno annunciato una procedura che dà la stura alla polemica mai sopìta nei processi al premier sui testi da sentire. D'Avossa ha imposto che entro il 31 marzo tutte le difese presentino un elenco dei testi, allegando le domande da porre in modo che anche l'accusa possa organizzarsi al meglio in vista di quelle deposizioni. Il presidente del collegio ha parlato di ragionevole durata del processo, insomma della necessità di stringere i tempi. Ghedini ha replicato esplicitando "una situazione di eccezionale gravità, è impossibile difenderci". La storia è nota, al processo per la presunta corruzione di David Mills prima della sospensione per la legge sul legittimo impedimento, Ghedini ha sempre detto di aver chiesto 60 testimoni "e ricordo che ce ne diedero 3. Mi dessero tutti i testi, Berlusconi sarebbe assolto". Piero Longo, altro legale del premier, si è detto comunque ottimista: "Non siamo preoccupati, i processi li vinciamo, 4 processi 4 vittorie. Assistiamo Berlusconi dal 1998 e non è mai stato condannato". Longo ha aggiunto: "Non s'è mai visto in un paese civile un imputato con 4 processi contemporaneamente. La prescrizione? E' un modo di fare giustizia, non un rischio. Di rischio parlano solo i pm. Ci sono centinaia di processi messi da parte perchè le procure non possono fare tutto e quelli si prescrivono e nessuno dice niente". Mediaset oggi, Mediatrade sabato davanti al gup, e Ghedini ha detto: "Nessun legittimo impedimento nemmeno sabato". E l'11 marzo al processo Mills che succede? Berlusconi sarà a Bruxelles per il Consiglio d'Europa straordinario sull'economia, no? "Sì, ma lasceremo fare il calendario delle udienze, nessun ostacolo". Caso Ruby? "Lì vedremo - è stata la risposta di Ghedini - la ragazza si rivelerà un teste a difesa, ha detto di non aver mai avuto rapporti sessuali con Berlusconi. E in aula dovrà chiarire le sue contraddizioni, la procura non potrà non citarla, se no che processo è". Tornando a Mediaset, saranno riattivate le richieste di assistenza giudiziaria negli Usa per un testimone, e a Montecarlo per altri 3 testi. Salvatore Aldaviso, monegasco, con ufficio a Roma, invece dovrebbe essere citato in aula per l'11 aprile.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Germania in guerra contro Fca: "Richiamare 500, Doblò e Renegade"
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello