mercoledì 22 febbraio | 14:49
pubblicato il 28/giu/2013 12:00

Mediaset/ Ghedini-Longo: De Gregorio mente su rogatorie Hong Kong

Nessuna attività diretta-indiretta è stata condotta da Berlusconi

Mediaset/ Ghedini-Longo: De Gregorio mente su rogatorie Hong Kong

Roma, 28 giu. (askanews) - "Le dichiarazioni rese dall'ex senatore De Gregorio in relazione a un suo presunto interessamento a rogatorie eseguite dalla Procura di Milano a Hong Kong nell'ambito del processo così detto "Diritti" sono completamente destituite di ogni fondamento". Lo hanno denunciato in una dichiarazione congiunta i parlamentari Pdl Niccolò Ghedini e Pietro Longo, avvocati difensori di Silvio Berlusconi. "Innanzitutto - hanno prsecisato i legali dell'ex Premier- la rogatoria era ben nota alle parti processuali e ciò fin dal gennaio del 2007 quando fu appunto eseguita la perquisizione presso gli uffici di Agrama ad Hong Kong. Tra l'altro tale atto non riguardava il processo "Diritti" bensì il processo "Mediatrade" da cui Berlusconi è stato ampiamente assolto. Tutta l'attività a Hong Kong difensiva è stata esclusivamente seguita dai difensori di Agrama come risulta pacificamente dagli atti ufficiali e dagli atti di causa. Mai nessuna attività né diretta né indiretta vi è stata dalla difesa del presidente Berlusconi. Nessun interesse vi era, fra l'altro, da parte della difesa Berlusconi che da anni attende quella documentazione che potrà ulteriormente comprovare che Frank Agrama non era socio occulto del presidente Berlusconi, bensì un imprenditore terzo ed autonomo". "Si tratta quindi - hanno concluso- di notizie totalmente prive di ogni verosimiglianza nel merito. L'unica cosa vera è che effettivamente l'allora senatore De Gregorio appresa evidentemente la notizia della rogatoria a Hong Kong sulla stampa tentò di accreditarsi con il presidente Berlusconi offrendosi per fornire informazioni e attività sul punto. Tale offerta fu recisamente respinta sia perché ritenuta non corretta né percorribile, sia perché come detto l'interesse della difesa era quella di ottenere quella documentazione. Tale situazione è comprovata dal fatto che mai la difesa Berlusconi ha proposto ricorsi od opposizioni alla trasmissione di quegli atti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Accordo Asi-Cmsa per esperimenti su stazione spaziale cinese
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%