domenica 26 febbraio | 16:03
pubblicato il 21/ago/2013 13:50

Mauro: No a inasprimento relazioni con India per Marò - VideoDoc

Autorità indiane procedono bene, verso soluzione equa e rapida

Mauro: No a inasprimento relazioni con India per Marò - VideoDoc

Rimini, (askanews) - In questo momento non c'è alcuna necessità di inasprire le relazioni con l'India sul caso dei Marò. Lo ha sottolineato il ministro della Difesa, Mario Mauro, a margine del Meeting di Cl a Rimini. Sulla vicenda dei fucilieri italiani chiamati in India, Mauro ha spiegato: "Non c'è nessun rifiuto ma semplicemente il fatto che le leggi indiane consentono di fornire testimonianza in diversi modi tra cui la videoconferenza, la possibilità per gli inquirenti indiani di venire a interrogare in Italia. Come governo attraverso l'inviato speciale Staffan de Mistura, abbiamo espresso la nostra contrarietà a che i nostri fucilieri di marina andassero in India"."Non c'è nessuna necessità di inasprire in questo momento lerelazioni con le autorità indiane che stanno procedendo bene pertrovare una soluzione equa a rapida del caso", ha aggiunto Mauro.

Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech