venerdì 09 dicembre | 22:57
pubblicato il 26/set/2014 12:26

Matteoli (FI), ponte sulle Stretto e' svolta economica

(ASCA) - Roma, 26 set 2014 - ''Serve una svolta economica al nostro paese. E per dare nuova linfa vitale all'occupazione, la realizzazione del ponte di Messina sarebbe una mossa generosa per i cittadini e per il Paese intero''. Lo ha scritto il senatore di Forza Italia Altero Matteoli, in un editoriale sul quotidiano Italia-24News. ''La sua realizzazione - ha continuato Matteoli - contribuirebbe notevolmente alla crescita, al lavoro e all'economia di tutto il meridione e darebbe senso compiuto al corridoio europeo Helsinki-La Valletta''.

''Dando il via ai lavori - ha aggiunto Matteoli - il premier, rimedierebbe all'errore commesso in passato da Mario Monti, che senza mezzi termini archivio' la questione. Una scelta, quella del governo di allora, a mio avviso troppo avventata''. La costruzione del ponte sullo Stretto, ha continuato il senatore, ''era stata ripresa in mano dal governo Berlusconi nel 2008, e come al tempo ci fu la volonta' di prendere in mano le sorti di molti italiani, anche oggi Renzi potrebbe portare finalmente a compimento questa grande opera. In un momento di grande difficolta' occupazionale - ha concluso Matteoli - e' bene ricordare che la realizzazione del ponte significherebbe la creazione 40mila posti di lavoro per 5/6 anni. Sarebbe un segnale importante nei confronti di un meridione vessato da una crisi economica che non accenna ad allentare la sua morsa''.

com-fdv nostro paese. E per dare nuova linfa vitale all'occupazione, la realizzazione del ponte di Messina sarebbe una mossa generosa per i cittadini e per il Paese intero''. Lo scrive il senatore di Forza Italia Altero Matteoli, in un editoriale sul quotidiano Italia-24News. ''La sua realizzazione - continua Matteoli - contribuirebbe notevolmente alla crescita, al lavoro e all'economia di tutto il meridione e darebbe senso compiuto al corridoio europeo Helsinki-La Valletta''.

''Dando il via ai lavori, - aggiunge Matteoli - il premier, rimedierebbe all'errore commesso in passato da Mario Monti, che senza mezzi termini archivio' la questione. Una scelta, quella del governo di allora, a mio avviso troppo avventata''. ''La costruzione del ponte sullo Stretto - continua il senatore - era stata ripresa in mano dal governo Berlusconi nel 2008, e come al tempo ci fu la volonta' di prendere in mano le sorti di molti italiani, anche oggi Renzi potrebbe portare finalmente a compimento questa grande opera''.

''In un momento di grande difficolta' occupazionale - conclude Matteoli - e' bene ricordare che la realizzazione del ponte significherebbe la creazione 40mila posti di lavoro per 5/6 anni. Sarebbe un segnale importante nei confronti di un meridione vessato da una crisi economica che non accenna ad allentare la sua morsa''.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Emiliano: Renzi si dimetta anche da segretario del Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina