martedì 06 dicembre | 21:12
pubblicato il 01/set/2012 10:07

Martini/ In Duomo dalle 12 la camera ardente per il cardinale

Rifiutata nutrizione artificiale. Lunedì i funerali

Martini/ In Duomo dalle 12 la camera ardente per il cardinale

Roma, 1 set. (askanews) - L'arcivescovo di Milano il cardinale Angelo Scola e il Consiglio episcopale milanese accoglieranno la salma del cardinale Carlo Maria Martini oggi in Duomo a Milano; sarà possibile renderle omaggio sino ai funerali che verranno celebrati lunedì 3 settembre alle 16. Il cardinale Martini, anima della corrente "riformista" della Chiesa cattolica, è morto nel pomeriggio di ieri all'età di 85 anni. Era nato a Torino il 15 febbraio 1927. Nel 1979 Giovanni Paolo II lo volle arcivescovo di Milano, consacrandolo personalmente il 6 gennaio del 1980. Lo stesso Papa lo creò cardinale nel Concistoro nel 1983. Nel 2002 il Papa ha accettato le sue dimissioni per sopraggiunti limiti di età e il cardinale si è trasferito a Gerusalemme dove ha proseguito i suoi studi biblici. Nel 2008 il rientro in Italia per curare quel morbo di Parkinson che lo ha costretto a limitare sempre di più le sue uscite. Nel 2005 era stato indicato tra i possibili candidati alternativi alla successione di Giovanni Paolo II, ma lui stesso invitò i colleghi a non votarlo, proprio per le sue condizioni di salute. Ratzinger lo ha ricevuto in Vaticano nel 2011, prima di scegliere il successore di Dionigi Tettamanzi come arcivescovo di Milano. In coerenza con quanto scritto già nel 2007 nel caso di Piergiorgio Welby, Martini ha rifiutato in fin di vita forme di accanimento terapeutico e in particolare la nutrizione artificiale via sondino. Una decisione che riapre il dibattito sul cosiddetto 'fine vita' e sulla legge in discussione in parlamento. In una lettera pubblicata oggi dal Corriere della sera, il presidente del Consiglio Mario Monti - che lunedì parteciperà ai funerali - osserva "la scomparsa del cardinale Carlo Maria Martini priva la comunità dei credenti, ma anche le moltitudini di quanti non credono o non sono certi di credere, di un punto di riferimento dotato di eccezionale carisma e forte autorevolezza, uniti al profondo rispetto per ogni interlocutore". Il capo del Governo parla di "un vuoto incolmabile tra coloro che hanno trovato in lui una guida intellettuale e spirituale, attraverso la parola, gli scritti, l'esempio". Per Monti Martini "va a prendere il posto che gli compete tra i grandi italiani ed europei che hanno contribuito a forgiare il pensiero religioso e la vita civile della nostra epoca".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni