mercoledì 18 gennaio | 19:34
pubblicato il 05/mar/2014 17:00

Maroni: ok Italicum solo per Camera, ma con Senato alla tedesca

Per il governatore leghista è la Germania il modello da seguire

Maroni: ok Italicum solo per Camera, ma con Senato alla tedesca

Milano (askanews) - Una riforma della legge elettorale solo per la Camera "ha un senso perchè fare una legge elettorale per questo Senato e contemporaneamente volerlo cancellare non ha senso". Così il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, a margine della presentazione di un'inziativa editoriale di Panorama."Secondo me - ha aggiunto Maroni - la legge elettorale per ilSenato non serve se ci fosse un modello di Senato come inGermania, il Bundesrat, il Senato federale, dove vanno irappresentanti delle Regioni e non senatori eletti". Maroni hapoi aggiunto di essere favorevole al modello tedesco anche perchè comporterebbe "la fine del bicameralismo perfetto, che sarebbe un'ottima cosa. In Germania funziona, è un paese federale ed è quello il modello da seguire".

Gli articoli più letti
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Brexit
Brexit,Gentiloni:May fa chiarezza, Ue pronta a discutere con Gb
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Scuola
Mattarella: scuole hanno ruolo fondamentale anche all'estero
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina