domenica 04 dicembre | 21:21
pubblicato il 12/mar/2014 15:55

Maro': Pinotti, appoggio alleati solo nell'ultimo periodo

(ASCA) - Roma, 12 mar 2014 - ''E' mio intendimento fare tutto cio' che e' nelle mie possibilita' ed in quelle del mio Dicastero affinche' la vicenda dei nostri Fucilieri di Marina possa giungere ad una giusta conclusione, rispettosa del diritto internazionale e del buon nome di chi serve il nostro Paese''.

Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti nel corso di una audizione al Senato.

Il ministro ha poi aggiunto che ''la stretta integrazione con gli alleati e' oggi molto importante anche per cio' che riguarda la vicenda dei nostri Fucilieri di Marina'' e che ''rilevante e' stato ricevere dall'Europa e dalla Nato un aperto sostegno nel contenzioso in atto con l'India''. ''Va detto che questo appoggio - ha concluso il ministro Pinotti - si e' concretizzato solo nell'ultimo periodo e grazie alla forte determinazione ed iniziativa del Governo, che ha portato all'attenzione della Comunita' internazionale un problema che potenzialmente potrebbe coinvolgere tutti''.

gc/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Viminale assicura: matite copiative sono indelebili
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari