sabato 03 dicembre | 13:05
pubblicato il 18/feb/2014 18:45

Maro': mozione FI in Lombardia, ''fuori l'India da Expo 2015''

(ASCA) - Milano, 18 feb 2014 - Una mozione per sollecitare l'esclusione dell'India dall'Expo che si terra' l'anno prossimo a Milano. L'ha presentata Giulio Gallera, consigliere lombardo in quota Forza Italia, al consiglio del Pirellone. Nel mirino del dirigente lombardo di FI c'e' il caso dei due maro'. ''Il governo indiano si sta prendendo gioco di noi'', mette in chiaro Gallera, che aggiunge: ''L'atteggiamento dilatorio messo in atto da governo e magistratura indiana sta umiliando il nostro Paese''. Percio', e' la sua proposta, ''basta attendere, ora servono azioni forti per sbloccare questa assurda situazione: via l'India da Expo 2015''.

Gallera - nello stesso tempo consigliere regionale al Pirellone e consigliere comunale a Palazzo Marino - presentera' la stessa mozione al consiglio comunale di milano. Non solo: ''Inviero' a Giuseppe Sala, Commissario Unico per Expo Milano 2015, una lettera di richiesta formale di revoca della partecipazione dell'India ad Expo''.

fcz/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari