sabato 03 dicembre | 20:38
pubblicato il 12/feb/2014 13:50

Maro': Meloni (FdI), Italia stanca di fallimenti governo

(ASCA) - Roma, 12 feb 2014 - ''Prima il disastro fatto dall'esecutivo tecnico di Monti, che ha deciso di affidarsi alla giurisdizione indiana; ora le azioni confuse e scomposte del governo delle larghe intese che si fa deridere anche in sede Onu: il ''diplomatico' diniego di Ban Ki-moon, alla richiesta del ministro Bonino sul caso dei due maro', e' l'ennesimo fallimento della strategia del governo. L'Italia e' stanca di questa inettitudine e incompetenza''. E' quando dichiara in una nota il presidente dei deputati di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni.

''L'esecutivo faccia immediatamente, senza ulteriori perdite di tempo e di dignita' nazionale, quello che gli esponenti di Fratelli d'Italia chiedono fin dall'inizio di questa assurda storia: si ponga la questione in sede Ue e sede Nato, organizzazioni di cui l'Italia fa parte a differenza dell'India. E' da loro che ci aspettiamo una presa di posizione netta e inequivocabile. Se non giungera' il sostegno dei nostri partner internazionali l'Italia ritiri le proprie truppe da tutti i contesti internazionali e a sospenda i trasferimenti economici alla Unione Europea'', conclude Meloni.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, Renzi: brogli? Siamo seri, polemiche stanno a zero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari