mercoledì 22 febbraio | 05:58
pubblicato il 03/gen/2013 18:45

Maro': Meloni, fallimento lavoro diplomatico governo italiano (Rpt)

(RIPETIZIONE CORRETTA DALLA FONTE).

(ASCA) - Roma, 3 gen - ''La volonta' di Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, di dimostrare quanto vale la parola di un italiano, ci rende orgogliosi. Qui, pero', non si sta discutendo del senso dell'onore dei nostri maro' ma di diritto internazionale: la giurisdizione del caso spetta all'Italia, perche' il fatto e' avvenuto su nave battente bandiera italiana in acque internazionali. E' percio' inaccettabile che le nostre Istituzioni non siano intervenute con determinazione e che non abbiano saputo o voluto rendere partecipe l'Unione europea e la Nato: Latorre e Girone devono essere processati in Patria e giudicati secondo il nostro ordinamento. Consentire all'India di continuare a violare le norme internazionali rappresenta il totale fallimento del lavoro diplomatico del governo italiano''.

E' quanto dichiara il deputato Giorgia Meloni, cofondatrice di ''Fratelli d'Italia-Centrodestra nazionale.

com-min Roma, 3 gennaio 2013

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia