martedì 17 gennaio | 10:50
pubblicato il 29/nov/2013 09:33

Maro': De Mistura, non rischiano pena capitale

Maro': De Mistura, non rischiano pena capitale

(ASCA) - Roma, 29 nov - ''Gia' in passato, quando si sollevo' la questione di interrogare in India gli altri 4 fucilieri di Marina la stampa indiana escluse che cio' potesse svolgersi lontano dal loro Paese. Ebbene, l'audizione avvenne poi in Italia attraverso videoconferenza. Il governo indiano mi ha detto: non date peso alle illazioni della nostra stampa, che e' molto ''creativa'', per usare un eufemismo, e' drammatizzante. E questo e' anche il caso di ieri. I nostri Girone e Latorre non rischiano in alcun caso la pena di morte. Del resto c'e' una dichiarazione del governo indiano di ieri, c'e' una dichiarazione scritta allorche' tornarono in India per mantenere la parola sull'accordo di rientro da parte nostra. Insomma, il caso non si pone''. Lo afferma Staffan De Mistura, inviato speciale del Governo italiano sul caso dei due maro' detenuti in India, intervenendo a ''Prima di tutto'', Radio 1.

De Mistura spiega che ''abbiamo tenuto duro, ed e' stato giusto cosi', sulla questione di interrogare gli altri 4 fucilieri, giacche' ci saremmo trovati a quel punto ben 6 nostri connazionali interrogati in India, un fatto inconcepibile, inaccettabile. Questo muro contro muro - aggiunge - ha pero' dilatato i tempi, facendo trascorrere tre mesi. Pertanto risolvere la questone entro Natale, che era la nostra speranza, sulla base delle indicazioni degli avvocati indiani, non sara' possibile. I familiari di Girone e Latorre potrano stare naturalmente coi loro cari ma in India''. ''Noi aspettiamo il rapporto della NIA, che e' un po' la Digos indiana. Una volta arrivato questo rapporto, credo entro il 15 dicembre - rileva De Mistura - a quel punto il giudice emette il capo d'accusa. Quello sara' un passaggio importante, perche' il capo d'accusa ci dira' in che direzione si vuole mandare il processo. Noi abbiamo argomenti su argomenti, siamo pronti ad affrontare qualunque circrostanza, ma sara' un momento cruciale''. Poi, continua, ''ci sara' il processo che puo' durare 3 mesi. Ma da parte nostra non ci sono dubbi. Noi vogliamo, e siamo convinti che sia giusto cosi', che la vicenda si concluda con i due fucilieri di Marina che tornano a casa a testa alta, dopo aver passato 22, forse 24 mesi in india per un incidente avvenuto in acque internazionali mentre facevano il loro dovere. Anche se l'incidente e' stato involontario, e' capitato nel compimento del dovere da parte di Girone e Latorre, e in questi casi l'incidente puo' succedere. Ma tutto questo va provato''.

red-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello