martedì 06 dicembre | 04:49
pubblicato il 27/ago/2011 21:27

Manovra/ Tremonti parla con Bersani, Pdl fa muro su art. 8

"O accetta linea o se ne va". Portavoce ministro:nessun colloquio

Manovra/ Tremonti parla con Bersani, Pdl fa muro su art. 8

Roma, 27 ago. (askanews) - Per il portavoce del premier Paolo Bonaiuti sono "romanzati" gli articoli che parlano di scontro tra Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti, ma di sicuro le reazioni del Pdl al colloquio del ministro con il leader del Pd sono state tutt'altro che pacate. L'ipotesi di un'apertura ai democratici sull'articolo 8 del decreto di finanza pubblica, quello odiato dalla Cgil e che di fatto consentirebbe agli accordi aziendali di derogare a tutte le altre normative, ha fatto saltare sulla sedia Maurizio Sacconi e il resto del Pdl e, raccontano, lo stesso segretario Angelino Alfano avrebbe alzato il telefono per parlare con il ministro e capire come stavano le cose. Alla fine, il portavoce del ministro smentisce "colloqui riservati", testimoniati invece da Bersani: "Ho parlato con Tremonti, e sull'articolo 8 non si è chiuso". E Berlusconi, conversando con i suoi, avrebbe fatto capire che stavolta non accetterebbe trattative su questo. Il premier, spiegano, è convinto di avere ormai in tasca l'intesa con la Lega - aumento dell'Iva in cambio della riduzione dei tagli agli enti locali e contributo di solidarietà solo per i redditi da 150-180mila euro - e non ha alcuna intenzione di aprire altri capitoli. Bonaiuti ha spiegato: "L'intesa è vicina sarà perfezionata, con tutta probabilità dopodomani da Berlusconi e da Bossi nel loro incontro". E uno dei fedelissimi di Berlusconi ha aggiunto: "O Tremonti lunedì accetta, o va a casa". Di fatto, un'inversione del ritornello che per tanto tempo ha accompagnato i vertici di Governo, quello delle dimissioni minacciate dal ministro dell'Economia. Oggi, il primo ad alzare il fuoco di sbarramento è stato Sacconi, 'padre' dell'articolo 8. "Bersani non può chiedere al solo Tremonti, che peraltro ha contribuito alla elaborazione della norma, di togliere l'articolo 8 della manovra". Frasi rivolte al segretario Pd perché Tremonti capisse. E, poco dopo, altri si sono premurati di essere ancora più espliciti: "La supermanovra di ferragosto non brilla certo per i suoi contenuti riformisti", ha detto Giuliano Cazzola, Pdl. "Se qualcuno, quindi, fosse disponibile ad accontentare il Pd darebbe luogo ad un serio dissenso nel partito". Stessa linea del vice-capogruppo in Senato Gaetano Quagliariello: "L'articolo 8 e la contrattazione decentrata a livello aziendale rientrano per noi nella categoria dei principi non negoziabili. E' dunque del tutto inutile che Bersani ne chieda l'eliminazione". Un no su tutta la linea, insomma, alla presunta apertura di Tremonti a Bersani. Apertura, del resto, che non servirebbe ad ottenere la convergenza del Pd sul provvedimento visto che, assicurano i democratici, "Bersani non ha nessuna intenzione di fare patti con Tremonti o con chicchessia...". Alla fine, in serata è arrivata la precisazione del ministero dell'Economia: "Oggi il professor Tremonti è andato a Rimini per parlare di Europa, solo di Europa e ha parlato solo di Europa. Non ha avuto - ha spiegato il portavoce - colloqui 'riservati' e non ha parlato assolutamente di manovra. Il ministro Tremonti di manovra e sulla manovra parlerà lunedì. Ogni altra 'notizia' è infondata". Precisazione accolta con sarcasmo dal capogruppo Pdl in Senato Maurizio Gasparri: ""Avendo il ministro Tremonti un ottimo portavoce non si può non credere alla sua smentita. Del resto grazie al segretario e ai coordinatori e ai gruppi parlamentari il Pdl ha sviluppato un eccellente dibattito sulla manovra, offrendo al presidente Berlusconi considerazioni che illustreremo lunedì alla riunione". Si tratta di vedere come si presenterà il ministro lunedì: l'aumento dell'Iva, ormai dato per scontato, lo lascia perplesso perché, di fatto, era già stato previsto a copertura di eventuali mancati introiti dalla delega fiscale.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari