giovedì 08 dicembre | 17:37
pubblicato il 23/ago/2011 05:10

Manovra/ Lega non molla sulle pensioni, Berlusconi insofferente

Premier contro Bossi, Pdl:anche Colle irritato. Segnali Udc a Cav

Manovra/ Lega non molla sulle pensioni, Berlusconi insofferente

Roma, 23 ago. (askanews) - Il puntuale richiamo alle pregresse intese fra "l'on. Umberto Bossi e l'on. Silvio Berlusconi", al pari del puntiglioso cenno alle "norme relative alla previdenza contenute nel decreto legge 138", somiglia tanto a un avvertimento che suona più o meno così: le pensioni non si toccano, era la nostra condizione per arrivare a varare la manovra di metà agosto. E così Umberto Bossi, al termine della riunione leghista di via Bellerio, affida a Roberto Calderoli il compito di tenere il punto in materia previdenziale e rilanciare sul nodo dei tagli agli enti locali. Nessun passo avanti nella maggioranza, dunque, semmai un irrigidimento della posizione del partito padano che rende ancora più complesso il destino del decreto che da oggi sarà all'esame del Senato. A scuotere ancora di più l'esecutivo, a sera, interviene una quasi inedita prese di distanze di Silvio Berlusconi nei confronti dell''amico Umberto'. Un comunicato di Palazzo Chigi mette nero su bianco i distinguo del Cavaliere su alcune dichiarazioni del ministro delle Riforme a proposito dell'unità d'Italia e presunte tentazioni separatiste. "Mi spiace, questa volta, di non essere d'accordo con il mio amico Umberto Bossi. Sono profondamente convinto che l'Italia c'è e ci sarà sempre". Parole che uomini vicini al premier, a caldo, invitano a leggere come una risposta - su un terreno neutro e meno legato all'attualità - al pressing leghista in atto sulla manovra e più in generale sul presidente del Consiglio. Anche se c'è chi ipotizza anche un intervento informale del Colle e conseguenti sollecitazioni quirinalizie sul premier per arrivare a una doverosa presa di distanze su un tema molto caro a Giorgio Napolitano, proprio nell'anno del centocinquantesimo anniversario dell'unità d'Italia. Il Carroccio, stando almeno alle dichiarazioni ufficiali, esce intanto con una sola voce dalla segreteria politica. La posizione sulle pensioni non prevede distinguo dell'ala maroniana, lo stop in materia previdenziale è brusco e senza appello. L'agenda della Lega prevede altri due punti all'odg: lotta all'evasione e riduzione dei tagli agli enti locali. Calderoli parla di "correttivi" e sottolinea "l'assoluta necessità di un ridimensionamento dell'intervento sulle autonomie locali" e di una "proposta incisiva ed equa per sconfiggere la grande evasione fiscale". Silvio Berlusconi, lontana da Roma, è costretto insomma a prendere atto del rilancio leghista e ha bacchettare l'alleato, in attesa di un contatto con il senatùr. Intanto mercoledì toccherà ad Angelino Alfano riunire i direttivi dei gruppi parlamentari del Pdl per tentare di rimodulare la manovra e offrire una risposta politica a Bossi. Già domani il neosegretario, come informa il 'frondista' Guido Crosetto, sentirà alcuni dei 'ribelli' che hanno duramente criticato l'impostazione tremontiana del decreto. Ma molto si muove anche sul fronte dell'opposizione. E toccato a Pier Ferdinando Casini complicare ulteriormente il quadro e lanciare un appello al premier in chiave anti leghista. Dopo i ripetuti appelli alla responsabilità avanzati da Silvio Berlusconi, l'Udc a nome del Terzo Polo (e sembra non senza qualche frizione interna tra i tre leader) ha lanciato un 'progetto' che assomiglia alla riedizione di quel governo di unità nazionale più volte reclamato. La novità è che l'interlocutore dei terzopolisti sembra tornato il Cavaliere. A lui è infatti diretto il messaggio dei centristi: abbandona la Lega, cambia la manovra e voteremo in cambio un decreto che così com'è manca di equità.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi: ok nuovo governo ma appoggiato da tutti, non temiamo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni