venerdì 24 febbraio | 16:21
pubblicato il 21/ago/2011 05:10

Manovra/ Fra 2 giorni al via in Senato, ma è caos in maggioranza

Lunedì-martedì incontri cruciali.Su web protesta tasse a Vaticano

Manovra/ Fra 2 giorni al via in Senato, ma è caos in maggioranza

Roma, 21 ago. (askanews) - Manca poco ormai all'inizio dell'iter parlamentare della manovra economica (da martedì in commissione al Senato, il 5 settembre in aula) e ancora non è chiaro il quadro nel quale l'Italia inserirà le proprie iniziative per fronteggiare la crisi economica. Tra le forze parlamentari e all'interno degli stessi partiti di maggioranza è un 'tutti contro tutti'. Da un lato, i berlusconiani insistono sull'idea di ritoccare le pensioni; dall'altro, la Lega non ne vuole sapere. Per citare solo una delle tante dispute in corso. Ma il filo generale del dibattito si è ingarbugliato ulteriormente. Perchè quel sentimento diffuso nel paese di condanna dei privilegi della 'casta politica' ora sembra prendere di mira le esenzioni fiscali del Vaticano. Una volta erano i soli Radicali a chiedere che Ici e Ires venissero applicate anche ai beni immobili a uso commerciale del Vaticano. Adesso lo chiedono decine di migliaia di utenti aderendo a diverse iniziative su internet (il gruppo 'Vaticano pagaci la manovra economica' su Facebook ha raggiunto quota 44mila seguaci). Ma tra le forze politiche, il dibattito sul tema stenta a decollare. Pippo Civati, 'rottamatore' del Pd, chiede al suo partito di "rifletterci su, visto che sono tempi di crisi per tutti". Sul sito dei Democratici qualche militante esterna la propria delusione per il fatto che il contro-piano Pd sulla crisi ignora totalmente la questione. Ma la presidente dell'assemblea del Pd, Rosi Bindi, chiude: "Non appoggeremo gli emendamenti dei Radicali, la Chiesa è una risorsa per la società". Stesse parole del leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini. Pier Luigi Bersani intanto parla di "governo allo sbando" e annuncia che la contro-manovra del Pd verrà presentata la prossima settimana, in concomitanza con la discussione parlamentare. Martedì il segretario del Pdl Angelino Alfano cercherà di trovare una "sintesi" con i frondisti 'anti-tasse' guidati dal sottosegretario Guido Crosetto. Poi ci sarà da trovare una quadra anche con gli scajolani, pure loro sul piede di guerra nel chiedere aumento dell'Iva e riforma delle pensioni. Senza considerare i continui scossoni di Roberto Formigoni che insiste nel chiedere primarie del Pdl in autunno. Silvio Berlusconi intanto assiste silente. E Casini lo sprona a "intervenire" per mettere ordine nel bailamme. Domani si riunisce anche la segreteria della Lega: appuntamento cruciale per un po' di chiarezza anche nel Carroccio, diviso tra maroniani (rivedere i tagli agli enti locali) e bossiani (le pensioni non si toccano). Calderoli intanto lancia i suoi anatemi contro "i poteri forti" che, "approfittando della manovra vogliono sovvertire il voto popolare". L'invito al Pdl è di trovare una proposta unitaria per far muro contro le mosse di questi "sciacalli" che giocano "una partita sporca sui titoli di Stato e su quelli della Borsa, stando dietro ad una scrivania, senza metterci la faccia...".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Pd
Nel Pd braccio di ferro su data primarie, Orlando in campo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide:asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech