lunedì 23 gennaio | 06:00
pubblicato il 22/dic/2011 10:34

Manovra/ Calderoli:Monti si dimetta o gente va a prenderlo a casa

Lega 22 Gennaio in piazza contro Governo 'razzista e illegittimo'

Manovra/ Calderoli:Monti si dimetta o gente va a prenderlo a casa

Roma, 22 dic. (askanews) - Il Governo Monti "è illegittimo" e frutto di un vero e proprio colpo di Stato" , così come la "la manovra è razzista perchè è evidente a tutti che le ripercussioni negative saranno maggiori al Nord". Il coordinatore della Lega Roberto Calderoli, ex ministro nei governi Berlusconi, nel giorno del varo definitivo della manovra 'salva Italia" chiede le dimissioni del Presidente del Consiglio Mario Monti. Con un avvertimento. "Napolitano - ha detto Calderoli in uan intervista alla 'Padania'- può dire quello che vuole" ma "Monti non è mai stato eletto, nemmeno in un'assemblea condominiale. E in un sistema bipolare chi vince le elezioni governa, chi perde sta all'opposizione e se il governo cade si va a votare perchè sono solo gli elettori a poter scegliere chi governa: non il Parlamento o il Presidente della Repubblica. Monti si deve dimettere, altrimenti la gente andrà a prenderlo a casa.Deve rendersi conto che un Governo che non è stato votato dal popolo non deve fare manovre che vanno così a incidere sulla vita del popolo". La manovra infatti, torna ad accusare Calderoli "va a agire sulle pensioni di anzianità invece di andare a toccare le finte pensioni di invalidità. Va a toccare quella parte del Paese dove si lavora di più, va a agire sull'addizionale dell'Irpef, cioè su quella parte del Paese dove le tasse le pagano già, va ad agire sull'Iva, cioè laddove si paga di più l'Iva". E sulla stessa Padania Calderoli chiama la Lega in piazza il 22 gennaio a Milano. "Quella domenica - ha scritto- in piazza ci saremo in tantissimi per urlare no al Governo dei banchieri e dei Professori e ad una manovra-stangata solo per i padani. La crisi, la fine del Governo Pdl-Lega, la decisione del Palazzo di mettere un esecutivo legato a poteri forti, burocrati, banchieri sono tutti fattori che hanno riportato le lancette dell'orologio politico e della nostra battaglia indietro di 15 anni".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4