lunedì 05 dicembre | 00:11
pubblicato il 22/dic/2011 10:34

Manovra/ Calderoli:Monti si dimetta o gente va a prenderlo a casa

Lega 22 Gennaio in piazza contro Governo 'razzista e illegittimo'

Manovra/ Calderoli:Monti si dimetta o gente va a prenderlo a casa

Roma, 22 dic. (askanews) - Il Governo Monti "è illegittimo" e frutto di un vero e proprio colpo di Stato" , così come la "la manovra è razzista perchè è evidente a tutti che le ripercussioni negative saranno maggiori al Nord". Il coordinatore della Lega Roberto Calderoli, ex ministro nei governi Berlusconi, nel giorno del varo definitivo della manovra 'salva Italia" chiede le dimissioni del Presidente del Consiglio Mario Monti. Con un avvertimento. "Napolitano - ha detto Calderoli in uan intervista alla 'Padania'- può dire quello che vuole" ma "Monti non è mai stato eletto, nemmeno in un'assemblea condominiale. E in un sistema bipolare chi vince le elezioni governa, chi perde sta all'opposizione e se il governo cade si va a votare perchè sono solo gli elettori a poter scegliere chi governa: non il Parlamento o il Presidente della Repubblica. Monti si deve dimettere, altrimenti la gente andrà a prenderlo a casa.Deve rendersi conto che un Governo che non è stato votato dal popolo non deve fare manovre che vanno così a incidere sulla vita del popolo". La manovra infatti, torna ad accusare Calderoli "va a agire sulle pensioni di anzianità invece di andare a toccare le finte pensioni di invalidità. Va a toccare quella parte del Paese dove si lavora di più, va a agire sull'addizionale dell'Irpef, cioè su quella parte del Paese dove le tasse le pagano già, va ad agire sull'Iva, cioè laddove si paga di più l'Iva". E sulla stessa Padania Calderoli chiama la Lega in piazza il 22 gennaio a Milano. "Quella domenica - ha scritto- in piazza ci saremo in tantissimi per urlare no al Governo dei banchieri e dei Professori e ad una manovra-stangata solo per i padani. La crisi, la fine del Governo Pdl-Lega, la decisione del Palazzo di mettere un esecutivo legato a poteri forti, burocrati, banchieri sono tutti fattori che hanno riportato le lancette dell'orologio politico e della nostra battaglia indietro di 15 anni".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari