martedì 17 gennaio | 02:48
pubblicato il 15/lug/2011 20:30

Manovra/ Berlusconi incassa ok: Italia più forte, ora le riforme

E si sfoga su Papa: no a processi in Aula, votare contro arresto

Manovra/ Berlusconi incassa ok: Italia più forte, ora le riforme

Roma, 15 lug. (askanews) - L'Italia è più forte, ha assicurato Silvio Berlusconi dopo aver incassato il voto parlamentare favorevole alla manovra economica. Il Cavaliere, dolorante per una caduta in bagno che lo costringerà stasera a una Tac, ha letto una dichiarazione scritta lasciando l'Aula di Montecitorio. Dopo giorni di silenzio, il presidente del Consiglio ha assicurato che il governo lavorerà per completare la legislatura e mettere in cantiere le riforme necessarie al Paese. Per l'intero pomeriggio il premier ha incontrato esponenti della maggioranza e dell'esecutivo nella sala del governo, da Giulio Tremonti ad Alfonso Papa, da Roberto Calderoli a Umberto Bossi. E, durante una breve apparizione in Aula, si è sfogato con alcuni collaboratori per il voto della giunta per le autorizzazioni che ha sostenuto la richiesta d'arresto per Alfonso Papa. "Sono contrario ai processi in Aula. La carcerazione preventiva per un parlamentare sarebbe un gravissimo precedente che non deve verificarsi". Per questo, ha aggiunto, serve "a maggior ragione la riforma della giustizia". Al netto dell'"amarezza" e della "preoccupazione" per la sentenza Mondadori, capace di cagionare sofferenza ai suoi familiari e di indurlo a un silenzio "responsabile", Berlusconi ha accolto l'ok definitivo alla manovra con la certezza che ora "l'Italia è più forte". Con una promessa: "Nei prossimi due anni realizzeremo le riforme necessarie" e, questo è l'auspicio del premier, "in un clima politico simile a quello che abbiamo saputo far prevalere" in quest'occasione. Anche perché le incognite della crisi internazionale rendono comunque incerta la situazione. A sera il presidente del Consiglio lascia Roma per raggiungere Milano. Lì si sottoporrà a una Tac resa necessaria da una caduta in bagno - questa la versione consegnata dal premier ad alcuni parlamentari - che gli ha provocato un colpo alla testa e dolori cervicali.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello