giovedì 08 dicembre | 21:51
pubblicato il 15/lug/2011 20:30

Manovra/ Berlusconi incassa ok: Italia più forte, ora le riforme

E si sfoga su Papa: no a processi in Aula, votare contro arresto

Manovra/ Berlusconi incassa ok: Italia più forte, ora le riforme

Roma, 15 lug. (askanews) - L'Italia è più forte, ha assicurato Silvio Berlusconi dopo aver incassato il voto parlamentare favorevole alla manovra economica. Il Cavaliere, dolorante per una caduta in bagno che lo costringerà stasera a una Tac, ha letto una dichiarazione scritta lasciando l'Aula di Montecitorio. Dopo giorni di silenzio, il presidente del Consiglio ha assicurato che il governo lavorerà per completare la legislatura e mettere in cantiere le riforme necessarie al Paese. Per l'intero pomeriggio il premier ha incontrato esponenti della maggioranza e dell'esecutivo nella sala del governo, da Giulio Tremonti ad Alfonso Papa, da Roberto Calderoli a Umberto Bossi. E, durante una breve apparizione in Aula, si è sfogato con alcuni collaboratori per il voto della giunta per le autorizzazioni che ha sostenuto la richiesta d'arresto per Alfonso Papa. "Sono contrario ai processi in Aula. La carcerazione preventiva per un parlamentare sarebbe un gravissimo precedente che non deve verificarsi". Per questo, ha aggiunto, serve "a maggior ragione la riforma della giustizia". Al netto dell'"amarezza" e della "preoccupazione" per la sentenza Mondadori, capace di cagionare sofferenza ai suoi familiari e di indurlo a un silenzio "responsabile", Berlusconi ha accolto l'ok definitivo alla manovra con la certezza che ora "l'Italia è più forte". Con una promessa: "Nei prossimi due anni realizzeremo le riforme necessarie" e, questo è l'auspicio del premier, "in un clima politico simile a quello che abbiamo saputo far prevalere" in quest'occasione. Anche perché le incognite della crisi internazionale rendono comunque incerta la situazione. A sera il presidente del Consiglio lascia Roma per raggiungere Milano. Lì si sottoporrà a una Tac resa necessaria da una caduta in bagno - questa la versione consegnata dal premier ad alcuni parlamentari - che gli ha provocato un colpo alla testa e dolori cervicali.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni