venerdì 02 dicembre | 19:46
pubblicato il 09/dic/2013 17:18

Mandela: Boldrini, ha cambiato mondo intero.Aula osserva minuto silenzio

Mandela: Boldrini, ha cambiato mondo intero.Aula osserva minuto silenzio

(ASCA) - Roma, 9 dic - ''Colleghi, giovedi' scorso, 5 dicembre 2013, si e' spento a 95 anni Nelson Mandela. Un uomo che con la sua eccezionale testimonianza di vita e con la sua esperienza politica straordinaria ha segnato piu' di sessanta anni di storia. Un uomo che invertendo il corso della storia del proprio Paese ha segnato un passaggio decisivo nel cammino di liberazione dal razzismo istituzionalizzato, dalla poverta', dalla privazione, dalla sofferenza e dalle discriminazioni, contribuendo cosi' a cambiare anche il mondo intero. Un simbolo che ha onorato con la sua presenza la Camera dei deputati, presso la quale venne in visita nel 1990 e nel 1998''. E' quanto afferma la presidente della Camera, Laura Boldrini, interevendo in Aula.

''Nato il 18 luglio 1918, gli venne dato un nome dal significato emblematico: 'colui che spezza i rami'. Rimasto presto orfano di padre - ricorda Boldrini - viene indirizzato dalla madre verso gli studi. A 21 anni entra all'Universita' per i neri di Fort Hare e consegue una laurea di primo livello nel 1943; intraprende poi gli studi per divenire avvocato in un corso in cui risulta essere l'unico nero iscritto. Negli anni successivi, segnati dalla edificazione dei muri dell'apartheid - attraverso l'adozione del Population Act e del Group Areas Act, che vietarono i matrimoni misti ed imposero la divisione razziale e la segregazione dei neri in zone apposite delle citta' sudafricane - Mandela venne eletto a capo dei giovani dell'African National Congress. Dopo il massacro di Shaperville nel 1960, nel corso del quale la polizia bianca uccide 60 neri, Mandela subisce un arresto.

Datosi successivamente alla clandestinita', viene nuovamente arrestato nel 1962. Restera' in carcere per quasi 28 anni, sino all'11 febbraio 1990; per 10 mila giorni. Nell'ultimo periodo di prigionia rifiuta piu' volte i compromessi che gli vengono offerti rispondendo che ''solo gli uomini liberi possono negoziare''. Nel 1993 gli viene assegnato il premio Nobel per la pace, insieme a De Klerk, il Presidente del Sud Africa che libero' Mandela. Il successivo 27 aprile 1994, con 23 milioni di sudafricani che si recano ai seggi, viene eletto primo Presidente 'di un Governo unitario, non razziale e non sessista'. Restera' in carica fino al 1999 imponendo una svolta epocale, una vera e propria rifondazione dello Stato sudafricano nel segno della riconciliazione e della volonta' di volgere lo sguardo verso un futuro di democrazia e giustizia - prosegue Boldrini - , sostituendo una nuova condivisione nazionale alle devastanti lacerazioni di un recentissimo passato''.

''Nel 2004 si ritira a vita privata. Quella di Nelson Mandela e' stata una vita di lotta politica, vissuta al servizio del proprio popolo, una vita di sacrificio e di coraggio per l'affermazione di ''una societa' libera e democratica nella quale le persone vivano insieme in armonia e nell'uguaglianza delle opportunita''', come da lui stesso sostenuto in occasione del processo a suo carico nel 1964 e ribadito al momento della sua liberazione dal carcere nel 1990. La sua integrita' e il suo impegno, volti a favorire un perdono consapevole anziche' la vendetta e l'odio, rappresentano una testimonianza indelebile. Ritengo che per tutti noi - continua Boldrini - debbano essere di insegnamento le sue parole quando sottolineava l'assoluta esigenza 'di confrontarsi costantemente con l'avversario, di costringerlo a trovare un terreno comune', perche' - sono sempre le parole di Mandela, che richiamava in questo caso un antico detto del suo paese natale - 'una persona e' una persona solo attraverso l'altro'. La scomparsa di Nelson Mandela non puo' che unire tutti coloro che nel mondo credono nei valori della democrazia e della liberta', nella pari dignita' di ogni essere umano a prescindere dal colore della pelle, dalla fede religiosa e dalla condizione sociale.

Invito quindi l'Assemblea ad osservare un minuto di silenzio''.

com/ceg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Centrodestra
Berlusconi in tv propone leadership a Del Debbio: "ci rifletta"
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari