lunedì 16 gennaio | 20:04
pubblicato il 31/mar/2014 12:00

Manconi a Renzi: "subito decreto-legge su norma voto scambio" -2-

Manconi a Renzi: "subito decreto-legge su norma voto scambio" -2-

Roma, 31 mar. (askanews) - "La riforma dell'articolo 416ter, relativo al voto di scambio politico-mafioso, suscita molte perplessità". Lo afferma in una nota il senatore del Partito democratico Luigi Manconi, presidente della commissione Diritti umani a Palazzo Madama. A fronte delle questioni ancora in discussione sul testo, Manconi lancia un appello al Governo: "Mi auguro - dice - che, se le aule parlamentari non potranno rivedere un'ultima volta e definitivamente il testo in esame il Governo adotti un decreto-legge che renda operativa sin dalle prossime elezioni europee e amministrative la nuova disciplina del voto di scambio". Il provvedimento, spiega l'esponente democratico, suscita dubbi "da una parte in chi da anni si batte per una riforma che renda effettivamente perseguibili comportamenti che alterano il sistema della rappresentanza democratica; dall'altra in chi teme che una disciplina di dettaglio finisca con l'imbrigliare l'iniziativa delle autorità inquirenti in un dettato normativo privo dei requisiti fondamentali delle leggi penali".Roma, 31 mar. (askanews) - "In particolare - sottolinea ancora Luigi Manconi - sono due le questioni controverse. La 'consapevolezza' nel candidato di incorrere in uno scambio politico-mafioso e il fatto che la sua mera 'disponibilità' ad adoperarsi integri già gli estremi del reato". "Per fortuna - dice l'esponente Pd - magistrati non sospettabili di indulgenza verso i poteri criminali come Giancarlo Caselli e Rodolfo Sabelli hanno chiarito che si tratta di riferimenti che possono essere espunti dalla formulazione dell'articolo 416ter. La consapevolezza della situazione delittuosa è, secondo Caselli, scontata in un reato doloso, mentre la mera disponibilità a scambiare qualcosa in cambio del voto appare a Sabelli una violazione del principio di tipicità delle norme penali già soddisfatto dalla possibilità di un sostegno elettorale offerto in cambio di danaro o altra utilità".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello