domenica 04 dicembre | 13:22
pubblicato il 19/nov/2013 14:01

Maltempo: Cirillo, dopo tragedia sarda prevenzione diventi priorita'

Maltempo: Cirillo, dopo tragedia sarda prevenzione diventi priorita'

(ASCA) - Roma, 19 nov - ''La tragedia che ha investito la Sardegna e il popolo sardo, a cui esprimo solidarieta' e sostegno per le devastazioni e le morti che hanno colpito un'isola e una popolazione straordinarie, ci dicono che non si puo' piu' aspettare. E' arrivato il momento di rivedere le priorita' all'interno del bilancio dello Stato e mettere la prevenzione del dissesto idrogeologico tra i primi punti''.

Lo scrive in una nota il sottosegretario all'Ambiente Marco Flavio Cirillo, dopo l'alluvione che si e' abbattuta sulla Sardegna.

''Fermo restando che non si possono aumentare le tasse - prosegue il sottosegretario - e' chiaro che le risorse a disposizione in questo momento sono inefficaci. E' quindi necessario riprogrammare le spese in modo da avviare un programma di interesse nazionale per la cura e il mantenimento del territorio, che si sviluppi senza soluzione di continuita' nei prossimi 15-20 anni''.

Secondo Cirillo, infatti, ''non si possono inseguire le emergenze che si verificano di volta in volta, ma bisogna intervenire preventivamente per tutelare le popolazioni e i territori. Un programma di questo genere - aggiunge - oltre a ridurre i danni e le conseguenze per il territorio e gli abitanti, rappresenterebbe peraltro uno straordinario volano economico per il nostro Paese''.

In questo senso, l'esponente del governo spiega che ''un aiuto molto forte puo' arrivare dalla Strategia macroregionale Eu per la regione alpina, che verra' presentata a Bruxelles il prossimo 19 dicembre, e che potra' dedicare risorse europee anche alla prevenzione del dissesto idrogeologico non solo in montagna, ma su tutto il territorio''. A tal proposito, Cirillo sottolinea che ''l'Italia, come presidente della Convenzione delle Alpi per il biennio 2013-2014, sta lavorando proprio per far capire quanto sia importante che l'Europa sostenga una strategia che potra' avere benefici anche contro il dissesto idrogeologico su una vasta area europea, che non e' solo quella alpina, ma anche quella pedemontana, delle vallate e della pianura'', conclude il sottosegretario.

com-stt/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari