martedì 24 gennaio | 20:34
pubblicato il 12/mag/2015 14:31

Maggioranza accelera sulle norme anticorruzione, ok entro maggio

Nessuna modifica a testo. Alfano: ridurre tempi della prescrizione

Maggioranza accelera sulle norme anticorruzione, ok entro maggio

Roma, 12 mag. (askanews) - La maggioranza accelera sulle nuove norme anti-corruzione. "Penso ci siano tutte le condizioni per approvare il ddl anticorruzione prima delle elezioni regionali. Il Parlamento è sovrano ma sulla base della riunione di oggi c'è questa possibilità sicuramente", ha detto il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, al termine del vertice di maggioranza. "Area Popolare - ha aggiunto - ritirerà gli emendamenti".

A lanciare un appello ai deputati perchè arrivi entro fine mese il via libera definitivo alla legge anticorruzione è stato il premier Matteo Renzi: "Solitamente la Camera non lavora l'ultima settimana pre-elettorale, sarebbe un bellissimo gesto se i deputati lavorassero anche quella settimana lì per arrivare all'ok alla legge anticorruzione entro questo mese", ha detto stamattina Renzi.

Il provvedimento è all'esame della Camera per la terza lettura e dovrebbe essere approvato senza modifiche rispetto al testo uscito dal Senato. Questo è l'accordo raggiunto nel vertice di maggioranza che si è tenuto questa mattina al ministero della Giustizia, secondo quanto riferisce il viceministro Enrico Costa (Ncd). "Non ci saranno modifiche - ha spiegato - il testo verrà approvato così com'è ma, nelle more, si individueranno soluzioni condivise per coordinare questo testo e quello sulla prescrizione" all'esame del Senato. "Ovviamente modificando quest'ultimo".

La commissione Giustizia concluderà l'esame del ddl entro venerdì mattina, 15 maggio, quando è previsto l'approdo in aula del provvedimento. Ieri le opposizioni hanno presentato complessivamente 155 emendamenti su cui governo e relatore (Davide Ermini, Pd) daranno parere negativo. Il partito di Angelino Alfano avrebbe voluto degli interventi sul falso in bilancio, ma dopo il vertice di questa mattina ha accettato il compromesso di modificare il testo sulla prescrizione al Senato riducendo i tempi che, per la corruzione, alla Camera erano stati aumentati della metà.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
Governo
A P.Chigi summit Gentiloni e ministri su sicurezza-immigrazione
M5s
Grillo imbavaglia i suoi: parlate se autorizzati o andate via
M5s
Grillo a eletti M5s: siete portavoce, linea la decidono iscritti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4