sabato 21 gennaio | 16:29
pubblicato il 26/mar/2013 12:00

Mafia/Dell'Utri: Mio romanzo criminale può finire in prescrizione

Ex senatore Pdl: Dirò come Andreotti, 'meglio che niente'

Mafia/Dell'Utri: Mio romanzo criminale può finire in prescrizione

Roma, 26 mar. (askanews) - E' "deluso" Marcello Dell'Utri dopo la condanna a sette anni ma è anche convinto che "questo romanzo criminale che i giudici hanno voluto scrivere sulla mia vita e che evidentemente continua a fare audience non poteva finire qui. E allora aspettiamo le prossime puntate". In una intervista a 'Repubblica l'ex senatore del Pdl spiega che "se dovesse arrivare la prescrizione farei come Andreotti: direi che è meglio di niente. E' una possibilità, staremo a vedere. Spero nella Cassazione. La vita va avanti". Poi c'è l'altro processo, quello sulla trattativa Stato-mafiaà "Un'altra farsa con la quale vogliono ritirarmi dentro alla questione delle stragi. Sopporteremo anche questoà".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Fi
Fi: sostegno Berlusconi a Prodi? Accuse Salvini paradossali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4