lunedì 23 gennaio | 18:44
pubblicato il 05/set/2013 13:34

Mafia: Marinello, rifiuti core business ma imprenditori sanno reagire

(ASCA) - Roma, 5 set - ''Ancora una volta il settore dei rifiuti si conferma al centro degl'interessi mafiosi: in questo caso pero' i boss hanno dovuto fare i conti con il Presidente di Confindustria Trapani che ha detto ''no al pizzo' da imprenditore e da cittadino: il suo gesto e' di esempio e rappresenta la stragrande maggioranza dei siciliani, onesti e coraggiosi, che si sono affrancati dalle miserie del racket e dalla sub cultura mafiosa''. Lo dichiara il presidente della commissione Ambiente del Senato Giuseppe Marinello commentando gli arresti di questa mattina contro ''cosa nostra' a Castellammare del Golfo (Trapani).

''Il plauso dell'intera Commissione Ambiente del Senato - conclude il presidente Marinello - va anche alle Forze dell'Ordine e alla Magistratura che, non solo non abbassano la guardia, ma accompagnano il cammino di legalita' che in Sicilia e' pero' a buon punto: oggi l'ennesimo segnale''. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4