venerdì 09 dicembre | 11:38
pubblicato il 15/gen/2013 12:00

Mafia/ Ingroia: Consulta mette a rischio equilibrio poteri Stato

"Pericoloso ampliamento delle prerogative del capo dello Stato"

Mafia/ Ingroia: Consulta mette a rischio equilibrio poteri Stato

Roma, 15 gen. (askanews) - "In attesa di leggere l'intera motivazione della sentenza mi limito a osservare che la Corte Costituzionale da un lato conferma il principio dell'assoluto riserbo che deve circondare le comunicazioni del capo dello Stato, principio al quale si è sempre attenuta la Procura di Palermo (come dimostra il fatto che neanche una riga di queste intercettazioni è uscita sui giornali), ribadendo altresì che solo il giudice e non il pubblico ministero può distruggere tali intercettazioni, come da sempre sostenuto dalla Procura". Lo ha dichiarato in una nota Antonio Ingroia, ex procuratore aggiunto a Palermo, leader della lista Rivoluzione civile, commentando la sentenza della Corte costituzionale sul conflitto tra Il Quirinale e i pubblici ministeri di Palermo. "In secondo luogo, la sentenza - ha sostenuto Ingroia - apre ad un ampliamento delle prerogative del capo dello Stato, mettendo così a rischio l'equilibrio dei poteri dello Stato".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Cortina Wine Club, il 29 dicembre nel cuore delle Dolomiti
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina