lunedì 16 gennaio | 19:12
pubblicato il 30/mar/2012 20:58

Mafia/ Collaboratrice giustizia sciolta nell'acido, sei ergastoli

Tra condannati anche ex compagno della vittima, Carlo Cosco

Mafia/ Collaboratrice giustizia sciolta nell'acido, sei ergastoli

Milano, 30 mar. (askanews) - I giudici della prima Corte d'assise di Milano hanno condannato Carlo Cosco e altri cinque uomini all'ergastolo per il caso di Lea Garofalo, collaboratrice di giustizia 35enne di origini calabresi ed ex compagna di Cosco, sequestrata, torturata e sciolta in 50 litri di acido nel milanese nel 2009. Cosco, così come il fratello Vito, è stato condannato anche a due anni di isolamento diurno. Gli altri condannati, con isolamento diurno di un anno, sono l'altro fratello Giuseppe Cosco, Massimo Sabatino, Carmine Venturino e Rosario Curcio. I giudici, così come sostenuto dal pm, non hanno riconosciuto l'aggravante della finalità mafiosa.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Germania in guerra contro Fca: "Richiamare 500, Doblò e Renegade"
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello