domenica 26 febbraio | 02:53
pubblicato il 20/mag/2014 14:12

M5S: Librandi (Sc), sicuri che fondo pmi esista davvero?

(ASCA) - Roma, 20 mag 2014 - ''Ieri sera Beppe Grillo, padroncino del Movimento 5 Stelle, durante la trasmissione Porta a Porta ha mostrato l'assegno di 5,4 milioni di euro destinato al Fondo per le piccole e medie imprese. Senza dubbio si tratta di un'ottima iniziativa, peccato che non c'e' alcuna testimonianza di imprenditori che finora abbiano fatto uso di questo fondo. Siamo sicuri che esista davvero? Siamo sicuri che non sia solo un modo per mascherare finanziamenti al blog di Grillo? E comunque il Movimento 5 Stelle, con il suo ostruzionismo, che blocca il processo di riforme istituzionali ed economiche, finora e' costato allo Stato molti piu' milioni di quanti ne abbiano restituiti''.

Lo afferma in una nota Gianfranco Librandi, deputato di Scelta Civica.

''Ad ogni modo - conclude Librandi - restiamo fedeli alle parole di Grillo: 'o noi o loro'. Se non vincono, spero Grillo sia coerente con quanto dichiarato e torni a fare il comico''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech