lunedì 05 dicembre | 22:11
pubblicato il 01/lug/2013 12:00

M5S/ Gruppi Camera-Senato: Già restituito oltre 1,5 mln di euro

"Se lo facessero i partiti oltre 40 milioni di risparmio annuo"

M5S/ Gruppi Camera-Senato: Già restituito oltre 1,5 mln di euro

Roma, 1 lug. (askanews) - "Il M5S è l'unico MoVimento politico che, anziché aumentarlo, riduce il debito pubblico degli italiani. Si stanno infatti concludendo in queste ore le operazioni di restituzione delle eccedenze sugli stipendi e sulle diarie, calcolate dal 15 marzo alla fine di maggio, rispetto a quanto promesso durante la campagna elettorale, oltre alla rinuncia totale a ogni indennità di carica percepita". E' quanto si legge in una nota congiunta dei gruppi stellati di Camera e Senato. "Si tratta - spiega il comunicato - di un cifra che supererà abbondantemente il milione e mezzo di euro, versati nel Fondo di ammortamento del debito pubblico, alla quale hanno contribuito la totalità dei parlamentari a Cinque Stelle, ognuno secondo modalità personali, dipendenti dalle esigenze con cui si è trovato a confrontarsi. Non devono trarre in inganno le ampie differenze rispetto alle cifre individualmente restituite, le quali non necessariamente dipendono dalla virtuosità personale, ma più che altro dalle circostanze nelle quali gli eletti hanno esercitato il loro mandato. A titolo di esempio, trattandosi della prima restituzione, molti eletti hanno dovuto affrontare ingenti spese iniziali una tantum, come caparre per l'affitto di una abitazione, spese di agenzia immobiliare, hotel e simili per cui, rispetto a chi è favorito dalla residenza, ad un occhio poco attento potrebbero apparire meno virtuosi". "Secondo lo spirito del Movimento 5 Stelle, inoltre, va sottolineato - prosegue la nota dei gruppi M5S - che il controllo sulla coerenza delle spese sostenute verrà esercitato dai cittadini e dalla Rete, dove le voci di spesa individuali verranno pubblicate, come da accordi elettorali. Si tratta in ogni caso di un atto che segna la storia nel cammino della politica italiana verso la trasparenza e la corresponsabilità. Se il nostro stesso codice di comportamento fosse applicato a tutti i parlamentari della Repubblica italiana, il risparmio complessivo sarebbe di circa 40 milioni di euro l'anno".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari