mercoledì 18 gennaio | 09:36
pubblicato il 18/giu/2013 12:00

M5S/'Grillo Pride' a Montecitorio,fan e parlamentari in piazza

Di Battista:Parlamento inesistente,questo il problema.Non Gambaro

M5S/'Grillo Pride' a Montecitorio,fan e parlamentari in piazza

Roma, 18 giu. (askanews) - Un centinaio di sostenitori grillini piuttosto accalorati (e accaldati) soprattutto con la stampa e i 'traditori'. Una decina di parlamentari M5S che dopo l'estenuante giornata di riunioni drammatiche di ieri che ha portato i gruppi parlamentari a proporre agli iscritti l'espulsione via web di Adele Gambaro per le critiche a Beppe Grillo stamattina invitano i militanti a serrrare i ranghi e tornare "compatti per dare forza e combattere lem nostre battgalie di cambiamento". Quattro-cinque striscioni srotolati lungo le transenne di piazza Montecitorio che ineggiano al Capo ("Beppe è il megafono, noi la voce del MoVimento", etc) e uno che mette all'indice ("Ecco chi ha tradito 9 milioni di elettori") i quattro parlamentari reprobi fuoriusciti: Mastrangeli,Labriola, Furnari e Gambaro. In piazza Montecitorio, per tutta la mattina, è in scena il sit in inizialmente nato come 'Grillo Pride', promosso in rete dall'M5S romano per dare solidarietà pubblica al leader dopo gli attacchi anche interni dei giorni scorsi ma che oggi sembra trasformarsi a un botta e risposta fra parlamentari-militanti (oltre ai numerosi giornalisti presenti) davanti al Parlamento italiano. A dare la linea per primo, (sparsi qua e là altri parlamentari grillini come Bonafede, Ruocco, Endrizzi, Dall'Osso) è Alessandro Di Battista. "Di questa questione - batte e ribatte sul verdetto dei parlamentari sul caso Gambaro - non ne vogliamo parlare più. L'idea che si perdano persone per strada fa male anche a me. Ma noi abbiamo un compito di cambiamento radicale da realizzare. E o sì è compatti o non ce la si fa". Compatti dopo il voto di ieri sera che ha visto 42 parlamentari contrari, 9 astenuti, 30 assenti (il totale fa 81) contro 79 a favore della proposta di espulsione della senatrice Gambaro? "Noi - ribatte D'Alessandro- abbiamo un Parlamento inesistente. Lo Stato non c'è più. Non dico che tutto è mafia ma c'è anche la mafia. L'istituzione più rappresentativa così congeniata è inutile e voi insistite con queste storie o con quelle della diaria...".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa