mercoledì 07 dicembre | 23:44
pubblicato il 06/apr/2013 16:07

M5S: Grillo, correremo a comunali Siena, no silenzio su Mps

M5S: Grillo, correremo a comunali Siena, no silenzio su Mps

(ASCA) - Roma, 6 apr - ''Che silenzio c'e' su Siena. Da quando, David Rossi, il responsabile della comunicazione si e' buttato (lo hanno buttato?) dalla finestra di un ufficio del Monte dei Paschi dopo una lunga telefonata (con chi ha parlato? possibile che non si possa risalire all'interlocutore? o non si voglia?) sulla citta' e' calata una cappa che si taglia con il coltello. Qualcuno si chiede chi sara' il prossimo, la vox populi senese da' per certo che Rossi non sara' l'ultima vittima''. Lo scrive Beppe Grillo in un post pubblicato sul suo blog nel quale annuncia che ''il MoVimento 5 Stelle partecipera' alle elezioni comunali di Siena''.

Grillo aggiunge: ''L'informazione nazionale ha seppellito l'affare Monte dei Paschi/Santander sotto il gossip post elettorale, scrive di tutto per non trattare del piu' grosso scandalo finanziario della Repubblica. Il buco, la sottrazione di beni, lo si chiami come si vuole, ammonta ad almeno 20 miliardi. Improbabile che questo colossale saccheggio possa essere attribuito a Mussari, una testa di legno che giorno dopo giorno appare sempre piu' diafano, simile ormai a un fantasma. I poteri che hanno gestito la distruzione del MPS devono essere molteplici. Ci sono responsabilita' chiare: dei membri di nomina pidimenoellina della Fondazione Monte dei Paschi e di chi li ha nominati, dei segretari del pdmenoelle dal 1995 in poi, anno della privatizzazione di Mps, e altre meno chiare su cui sta indagando la magistratura. La vicenda Mps - aggiunge - assomiglia sempre piu' a quella del fallimento del Banco Ambrosiano in cui c'era di tutto e avvenne di tutto, in una brodaglia che vide coinvolti partiti, mafie, Ior, massoneria''.

Secondo Grillo ''forse il Mps ne e' la replica, se e' cosi' lo scopriremo in un prossimo futuro. Nel 2012 il Mps ha perso 3,17 miliardi contro i 2 attesi. Monti ha prestato 3,9 miliardi a Mps per tenerla in vita (pari all'Imu, ndr) che non potranno essere restituiti prima del 2019 e fino ad allora non potra' dare dividendi. Il suo valore di borsa e' crollato e nei giorni scorsi sono stati ritirati alcuni miliardi dai depositi, una fuga che puo' diventare inarrestabile e trasformare la banca in un guscio vuoto. Nel frattempo si preparano le 'ristrutturazioni', anticamera dei licenziamenti di massa dei dipendenti. Di fronte a se' Mps ha il fallimento conclamato o la svendita a qualche istituto di credito europeo (francese?). Mps deve essere nazionalizzata e avviata una azione di responsabilita' per il recupero dei venti miliardi sottratti alla banca''.

ceg/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni