martedì 21 febbraio | 15:09
pubblicato il 30/gen/2014 15:12

M5S: Fornaro (Pd), insultare donne e istituzioni e' peggior risposta

M5S: Fornaro (Pd), insultare donne e istituzioni e' peggior risposta

(ASCA) - Roma, 30 gen 2- ''Dopo i quotidiani e ignobili attacchi al presidente della Repubblica e alle istituzioni del nostro Paese, adesso e' il turno degli insulti sessisti nei confronti delle deputate del Partito Democratico. Mi chiedo cos'altro deve accadere per prendere atto che si e' arrivati al punto di non ritorno per la nostra democrazia''.

Lo scrive in una nota Federico Fornaro, senatore del Partito Democratico. ''Le scene andate in onda ieri su tutti i telegiornali e i siti internet, con i parlamentari del M5S che hanno assaltato i banchi del governo, esposto cartelli provocatori e insultato i loro colleghi, sono una delle pagine piu' brutte nella storia della Repubblica - continua -. Da italiano mi vergogno di quello che ho visto e ho sentito. Paralizzare il Parlamento e insultare le donne e le nostre istituzioni e' la peggiore risposta che Grillo potesse dare ai suoi otto milioni di elettori''. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia