mercoledì 18 gennaio | 07:53
pubblicato il 03/giu/2015 20:48

M5s difende Bindi su impresentabili,Cantone no: grave passo falso

Rinviato il confronto in Antimafia, restano forti critiche Pd

M5s difende Bindi su impresentabili,Cantone no: grave passo falso

Roma, 3 giu. (askanews) - Rosy Bindi ha rinviato la riunione dell'ufficio di presidenza della commissione Antimafia convocata per domani pomeriggio. Ufficialmente la ragione è la nascita del nuovo gruppo parlamentare al Senato dei fittiani, novità che modifica gli equilibri interni all'organismo parlamentare che dovrà ora nominare un nuovo capogruppo di Fi. Ma di certo in queste ultime ore c'è stata anche una tensione non da poco nei confronti della presidente Bindi e secondo alcuni membri della commissione la prima riunione dell'Antimafia non potrà non aprire un redde rationem sulla vicenda degli "impresentabili" delle regionali.

Dopo gli attacchi ad alzo zero degli ultimi giorni da parte dei suoi compagni di partito e dallo stesso premier e segretario del Pd Matteo Renzi, la condanna più dura oggi la Bindi la riceve dal presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone che parla di "grave passo falso" e di errore istituzionale". Su Bindi sono piovute anche le querele di Vincenzo De Luca, Sandra Lonardo Mastella (Fi) e di Luciano Passariello (FdI). Dalla sua parte invece il Movimento 5 stelle che annuncia una denuncia nei confronti di De Luca per "minaccia a corpo politico dello Stato". "Quella di De Luca appare una minaccia para-mafiosa a un'istituzione rea di aver fatto solo il proprio dovere. Un lavoro - spiegano i parlamentari dell'Antimafia - su cui il MoVimento 5 Stelle si è impegnato molto esercitando una pressione rivelatasi decisiva. Che De Luca reagisca in questo modo - concludono - non fa che avvalorare l'adeguatezza del suo inserimento nella lista pubblicata".

Secondo Cantone però la presentazione della lista nera degli impresentabili snatura la funzione dell'Antimafia "è rischiosa e fuorviante la logica di 'istituzionalizzare' gli impresentabili, i quali per loro stessa natura possono essere candidabili, eleggibili, non indagati eppure non idonei a entrare nella pubblica amministrazione, ad esempio per spregiudicato trasformismo; oppure perché è più grave che un politico si accompagni costantemente a persone dell'area grigia o a pregiudicati, rispetto al fatto di essere rinviato a giudizio per un abuso qualunque". E poi "perché questo porta la commissione antimafia e la sua fondamentale, indiscutibile direi sacra funzione, a fare e a parlare di altro. La commissione deve studiare, cogliere nessi, indagare fenomeni".

Cantone esprime in modo formale un malcontento che i renziani hanno manifestato e manifestano con toni molto più duri nei confronti della Bindi per aver gestito da sola la lista degli impresentabili inserendoci anche Vincenzo De Luca, "è come se avesse detto che il nostro candidato governatore era vicino alla mafia!", protesta un deputato della maggioranza Pd. Difficile però che da parte del Pd arrivi una richiesta di dimissioni come qualcuno aveva invocato, primo fra tutti il deputato socialista Marco Di Lello per il quale "si è rotto il patto di fiducia e quando si rompe questo patto si traggono le conseguenze". Ma il presidente di una commissione non si può sfiduciare, può solo rassegnare dimissioni volontarie, ipotesi piuttosto improbabile.Altrimenti "l'arma letale" sarebbe quella di far dimettere almeno la metà dei commissari, a quel punto la commissione sarebbe di fatto sciolta e occorrerebbe un nuovo presidente. Ma si tratta di ipotesi di scuola che nessuno prende in considerazione.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa