mercoledì 18 gennaio | 03:39
pubblicato il 09/set/2012 05:10

M5S/ Ancora polemiche, Grillo: 'Scoop' è stato concordato

Favia come Fini: "Che fai, mi cacci?"

M5S/ Ancora polemiche, Grillo: 'Scoop' è stato concordato

Roma, 9 set. (askanews) - Torna buono Rino Formica, secondo il quale la politica è un mix di "sangue" e altro materiale organico non proprio nobile, per commentare gli ultimi giorni del Movimento 5 Stelle. La polemica scatenata dal 'fuori onda' di 'Piazza pulita' non accenna a spegnersi, il regno degli 'anti-partito' si ritrova da giovedì impegnato in uno scontro interno che non ha nulla a che invidiare a quelli che possono verificarsi nel Pdl o nel Pd e la 'gola profonda' Giovanni Favia arriva perfino a copiare Gianfranco Fini nel rispondere a Beppe Grillo. Il comico-blogger-leader ha pubblicato sul suo sito internet una ricostruzione dello scoop di 'Piazza Pulita' fatta dal giornalista free-lance Maurizio Ottomano, versione che evidentemente Grillo fa propria: secondo questo racconto, ci sono diversi indizi a sostegno della tesi del 'complotto', ovvero del fatto che Favia avrebbe in realtà criticato il Movimento ben consapevole che il giornalista lo stava registrando. Tutto, secondo la ricostruzione, sarebbe stato concordato prima, tra il consigliere regionale dell'M5S e il giornalista di 'Piazza Pulita', in modo da far sembrare che le dichiarazioni fossero state carpite con l'inganno. La tesi, sostenuta da Ottomano e rilanciata da Grillo, è che "la fine mandato, prossima per Favia che è già alla seconda legislatura e quindi non più candidabile nel M5S, potrebbe essere il movente di questa intervista concordata e il 'do ut des' per il passaggio ad altra formazione politica, probabilmente il Pd o affini (tanto non cambia di molto la sostanza)". Insomma, Favia si sarebbe prestato volontariamente allo 'scoop' per accreditarsi presso qualche altro partito, magari quello di Bersani. Del resto, chiosa Ottomano, "Favia non è lo sprovveduto che pensiamo in balia del giornalista cattivo e di una tecnologia sconosciuta. Il nostro Favia è abituatissimo alle interviste". Poco dopo, sempre via web, come è normale nell'M5S, Favia replica, facendo al memorabile "che fai, mi cacci?" rivolto da Fini a Berlusconi il giorno della rottura definitiva: ""Non ho nessuna intenzione di andare nel Pd. L'M5S è sempre stata ed è la mia casa. Che fai mi cacci?".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa