martedì 06 dicembre | 16:52
pubblicato il 16/mag/2012 05:10

Lusi/ Oggi Senato lo sente, partiti favorevoli all'arresto

"Deciderà la Giunta, io sono fiducioso nello Stato di diritto"

Lusi/ Oggi Senato lo sente, partiti favorevoli all'arresto

Roma, 16 mag. (askanews) - Inizierà stasera alle 20 in Giunta per le autorizzazioni del Senato l'ultima 'corsa per la libertà' del senatore Luigi Lusi, ex tesoriere della Margherita, accusato di "aver saccheggiato" le casse del partito e, per questo, fatto oggetto di una richiesta d'arresto da parte della Procura di Roma, che ieri si è già vista confermare dal gip la restrizioni agli arresti domiciliari della moglie del senatore, coinvolta nella stessa inchiesta. Questa sera Lusi avrà però facoltà di spiegare ai suoi ex colleghi (fino a poco dopo lo scandalo, Lusi, poi dimessosi, era membro della Giunta) la sua verità, anche se l'organismo di garanzia del Senato può soltanto stabilire se nei confronti di un parlamentare c'è 'fumus persecutionis' da parte della magistratura e non può esprimersi sul merito delle singole accuse. Difficile che il senatore possa però rivendicare la persecuzione per ragioni politiche da parte dei magistrati che lo accusano, visto che gli vengono imputate malversazioni di bilancio e utilizzo indebito di fondi del partito. Ecco perchè, già mercoledì scorso, il relatore in Giunta, il pidiellino Giuseppe Saro, ha spiegato in termini piuttosto scarni le richieste dei magistrati, che sono quelle dell'arresto in carcere per pericolo di fuga e rischio di inquinamento delle prove. Una questione spinosa, quella di Lusi, che cade in un momento diparticolare sfiducia nei confronti della classe politica. E c'è chi è pronto a scommettere che la Giunta non perderà tempo nel decidere a favore dell'arresto su un caso di presunte ruberie che, insieme alla concomitante vicenda del tesoriere della Lega Francesco Belsito, ha dato molti argomenti a chi sulle piazze processa la classe politica. L'orientamento generale dei senatori è infatti quello di accogliere la richiesta dei magistrati di Roma: nettamente favorevoli alle manette si sono già detti in questi giorni il Pd, l'Idv, il Terzo Polo e la Lega, mentre il Pdl, da principio, intendeva schierarsi soltanto dopo "aver letto bene le carte". Il clima, rispetto alla settimana scorsa, è però cambiato anche in Giunta: il Pdl, infatti, non ha visto di buon occhio il sì agli arresti domiciliari espresso dalla Giunta nei confronti del senatore pidiellino Sergio De Gregorio, rimasto invischiato nello scandalo legato a Valter Lavitola e ai fondi pubblici per il quotidiano l'Avanti!. La decisione, che comunque non arriverà questa sera, sembra dunque scontata, perchè la maggioranza dei commissari, a cominciare dallo stesso presidente della Giunta Follini, non vede 'fumus persecutionis' nelle carte dei magistrati a carico di Lusi. Il senatore potrà però difendersi e, nel segreto della sala Pannini, magari riferire perchè, all'inizio della sua vicenda giudiziaria, disse sostanzialmente che, aprendo bocca, avrebbe potuto far 'tremare il centrosinistra'. Per adesso, Lusi però tace. L'unica dichiarazione pubblica risale a qualche giorno fa quando, dopo l'arresto della moglie, disse ai microfoni del Fatto Quotidiano: "non sono tranquillo su nulla, non sono un incosciente. La Giunta farà il suo lavoro e prenderà la sua decisione. Io sono fiducioso nello stato di diritto". Da non scambiare però, il silenzio con l'inattività: l'ex tesoriere, di solito presenza fissa a palazzo Madama, non ha mancato di cercare appoggio e sostegno fra tutti i colleghi, soprattutto in zona Pdl. Prova ne siano i lunghi colloqui avuti la scorsa settimana con il senatore Nitto Palma, ex Guardasigilli e anima del settore giustizia del Pdl.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Governo
Mattarella congela Renzi e attende Pd, crisi dopo la manovra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Touchscreen e realtà aumentata: a Milano il supermarket del futuro
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni