venerdì 24 febbraio | 07:58
pubblicato il 11/apr/2016 19:57

Lupi(Ap): su aborto non accettiamo lezioni dal Consiglio d'Europa

Italia difende diritti, ma con propria storia e coscienza

Lupi(Ap): su aborto non accettiamo lezioni dal Consiglio d'Europa

Milano (askanews) - Per il capogruppo di Area popolare alla Camera, Maurizio Lupi, l'Italia non accetta "lezioni" dal Consiglio d'Europa, secondo il quale lo Stato italiano non fa abbastanza per evitare che l'obiezione di coscienza dei medici

anti aborto, garantita dalla legge 194 del 1978. "Io ritengo che la legge che noi abbiamo sull'aborto sia applicata, dovremmo applicarla ancora di più soprattutto sul tema della prevenzione. L'articolo 1 prevede questo, cioè che si aiutino le donne a non abortire e a capire le ragioni per cui si fa questa scelta drammatica che è un dramma per ogni donna. Il Consiglio d'Europa fa bene il suo mestiere, ma non accettiamo lezioni su questi temi da nessuno. Per quanto riguarda i diritti l'Italia è capace di difenderli però con la propria storia e la propria coscienza" ha detto Lupi.

Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech