domenica 04 dicembre | 05:27
pubblicato il 05/feb/2013 18:06

Lombardia: Pd ricorre ad Agcom, Albertini attacca Maroni su fondi LN

Lombardia: Pd ricorre ad Agcom, Albertini attacca Maroni su fondi LN

(ASCA) - Milano, 5 feb - La polemica del giorno e' ancora sulle presenze televisive. Solo che oggi la campagna elettorale lombarda investe anche le autorita' competenti. Il Pd presenta un ricorso all'Agcom per denunciare ''l'enorme squilibrio nelle presenze dei candidati alla Presidenza della Regione Lombardia'' riscontrato dai democratici ''nei tg e nelle trasmissioni di approfondimento nazionali''. A depositare il ricorso e' Vinicio Peluffo, deputato lombardo Pd membro della Commissione di Vigilanza Rai, che chiede di ''ristabilire un equilibrio vero tra i candidati'' e denuncia ''un enorme vantaggio competitivo a favore di Maroni''. Il problema, secondo i democratici, e' che il leader del Carroccio ''non puo' nascondersi dietro il doppio ruolo di segretario della Lega e di candidato presidente, il doppio incarico non puo' trasformarsi in presenze televisive doppie''. Maroni, per il momento, non commenta la vicenda. Il segretario della Lega Nord interviene su twitter, ma per puntare il dito contro il leader di 'Fare per fermare il declino': ''Giannino dice che si candida solo per farmi perdere. Davvero un bel programma'', ironizza Maroni. Che entra nel mirino del 'montiano' Gabriele Albertini per le rivelazioni rese dall'ex tesoriere del Carroccio Stiffoni ai magistrati romani. L'ex sindaco di Milano accusa il leader della Lega Nord di ''non proprio limpida gestione'' delle risorse del partito e lo stuzzica: ''Certo non e' un'utile esperienza da poter annoverare nel proprio curriculum di candidato alla guida di Regione Lombardia''. Da segnalare anche il colpo di scena di Roberto Formigoni. Il governatore lombardo, reduce da un incontro con i vertici del Bie, preannuncia in conferenza stampa la propria intenzione di lasciare l'incarico di segretario generale dell'Expo 2015 se a vincere le elezioni regionali sara' la colazione guidata da Umberto Ambrosoli. ''Mi sembra il minimo - e' la replica dell'avvocato in corsa per il centrosinistra - non ha fatto niente''. fcz/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari